dott.ssa Michela Gabaldo – Verona -, Fondazione Telethon
Consulente: Luca Fabbian

Ciao Luca,

Mi fa molto piacere inviarti il feedback della mia esperienza.

Quando ti ho chiamato a Natale per una consulenza ero preoccupata della mia nuova situazione di vita: separata e con 2 bimbi. Ero molto a digiuno di tematiche relative alla protezione del mio reddito e la priorità per me pensavo fosse solo quella di proteggere la casa e la malattia.

Tu hai ascoltato la mia richiesta principale, ma la hai anche contestualizzata alla mia situazione.

La mia precedente esperienza di contatto con assicuratori non è molto numerosa, ma era molto diversa. Ero stata contattata per propormi un pacchetto salute oppure, per l’assicurazione casa, e quello che veniva enfatizzato era la quota da pagare che era bassa, ma a cosa corrispondesse in termini di coperture o di franchigie era lasciato al contratto scritto con caratteri molto piccoli e senza sicuramente schemi riassuntivi.

La prospettiva era la vendita di un prodotto, di un contratto, non i miei bisogni da gestire con la polizza che andasse bene per me in quel momento.

Alla fine non mi ero mai convinta ad attivare una “polizza salute” perché non era chiara e convincente l’analisi presentata. Non avevo, molto probabilmente, neanche capito bene i rischi reali; anche se mi era rimasta un’ansia di fondo per non aver fatto nulla per gestire preventivamente quello che mi sarebbe potuto succedere.

Per l’assicurazione della casa, invece, avevo scelto quella che costava meno senza capire bene cosa in realtà mi coprisse.

La sensazione alla fine era quella di aver fatto l’assicurazione della casa perché era “obbligatoria”; ma permaneva una sensazione di non fiducia nei confronti dell’assicuratore poiché parlava un linguaggio tecnico per me incomprensibile e rispondeva con tecnicismi alle domande che avevo posto.

Quando ti ho chiamato a Natale per chiederti una polizza casa e infortuni/malattia pensavo che mi avresti proposto il miglior prodotto che avevi in promozione in quel momento; invece, con te ho avuto un vero e proprio cambio di prospettiva.

Con molta chiarezza e sensibilità, usando un linguaggio “laico” e comprensibile mi hai guidato a raccogliere tutte le informazioni che ti potessero consentire di fare un’analisi completa della mia situazione globale; e, poi, mi hai guidato con altrettanta chiarezza e pazienza nella lettura dell’analisi che avevi condotto evidenziandomi i rischi maggiori che sarebbe stato opportuno mettere in sicurezza, vista la mia situazione.

Ho trovato all’inizio (e trovo ancora oggi) molto chiara la visualizzazione dell’analisi con la piramide, tarata oggettivamente sul mio patrimonio e sul mio reddito.

Mi è chiaro, ora, che con il pacchetto di polizze che mi hai proposto sono arrivata ad avere una protezione del reddito e del patrimonio adeguato che mi fa stare più tranquilla.

Mi è, inoltre, chiaro che se avrò liquidità maggiori potrò ragionare sulle aree risparmio ed investimento – un passetto alla volta, credo di avere gli strumenti chiari per poterci arrivare.

Credo che questa modalità di analisi dettagliata della situazione reale, e completa del singolo individuo, dovrebbe essere maggiormente pubblicizzata in modo che altri ne possano beneficiare, soprattutto chi non è un esperto.

Grazie

Dennis Bassan
Consulente: Mirco Dalla Valle

Prima di conoscere Mirco Dalla Valle non mi sentivo seguito sia per la mancanza di rapporto con l’altro assicuratore sia per la mancanza di proposte migliorative.

Questo aveva creato in me obbligo e diffidenza verso il settore stesso. Le informazioni non erano mai chiare, non mi rendevo neanche conto di come fossi assicurato e soprattutto non ne capivo l’importanza. Di certo solamente
rimanevano i dubbi ed anche altri assicuratori che mi avevano contattato non li risolvevano e al
contrario andavano ad alimentare la diffidenza che c’era già.

Con Mirco tale diffidenza si è dissolta, aiutato sicuramente dalla referenza del mio socio che lo
conosce da anni ma dopo un po' che lo ascoltavo la mia fiducia nei suoi confronti aumentava passo
passo a prescindere dalla referenza stessa ricevuta.


Le informazioni sono arrivate in modo semplice e chiaro basate su una mappatura efficace di rischi
di cui avevo sentito parlare ma che sentivo lontani. Mirco mi ha fatto capire quanto vicini potessero
in realtà essere e quanto gli stessi potesse impattare sulla mia vita sia privata che da imprenditore.
Con la Diagnosi Futuro Senza Sorprese ho capito nella protezione che avevo sia dell’azienda che
personale mi mancava la progettualità. Non avevo capito il perché stavo facendo determinate cose,
il perché stavo pagando quelle determinate polizze avendo solamente la vaga idea di cosa andassero
a proteggere.
Semplicità, passione e grande competenza sono stati gli ingredienti che mi hanno portato a dare la
massima fiducia a Mirco. Con lui mi sento di avere fatto un ottimo lavoro, mi sento più sereno e
soprattutto seguito. So che ho al mio fianco una professionista capace di seguire il mio percorso
imprenditoriale modificando, se necessario, le scelte fatte oggi per adattare la protezione alle scelte
future della mia azienda e della mia persona.
Qualcuno mi ha chiesto: consiglieresti la professionalità di Mirco ad un altro imprenditore.
Risposta: ad occhi chiusi!
Dennis Bassan

Sonia Azzolin
Consulente: Mirco Dalla Valle

Mi sono trovata sempre abbastanza bene con gli altri assicuratori sotto l’aspetto umano e personale, disponibili in caso di domande che però erano limitate da parte mia perchè non c’era conoscenza del settore. Le informazioni erano chiare e comprensibili ma un po’ asciutte e questo non mi dava chiarezza, soprattutto a lungo termine, di quanto avevo sottoscritto.

Il fatto di non venire contattata per rivedere la mia situazione e controllarla non mi aveva permesso di formarmi e capire cosa significasse “trasferire un rischio” ed il problema della sicurezza economica lo ho affrontato solamente dopo il matrimonio.

Da quando ha preso in mano Mirco la mia situazione di protezione assicurativa usando la Diagnosi Futuro senza Sorprese ho finalmente capito come funziona il nostro sistema pensionistico e soprattutto quello legato alle pensioni di invalidità e sussistenza e questo mi ha permesso di pianificare la mia protezione dando il giusto peso alle priorità.

La mappa dei rischi, nella sua semplicità ed immediatezza, mi ha fatto capire subito che c’erano vari punti da sistemare e di poter contare su un sistema di controllo e verifica che può essere modificato nel momento ci fossero cambiamenti futuri dandomi nello stesso tempo la tranquillità giusta

Sono convinta che queste informazioni dovrebbero arrivare a tutti, poi c’è il detto “chi ha orecchie per intendere …intenda”😉

Mi sento di consigliare tranquillamente Mirco ai miei conoscenti in quanto il suo modo di lavorare è discreto, progressivo e senza imposizioni, Ti  da sempre il tempo di capire e ragionarci anche perché, nel mio caso,  se fatto diversamente non avrebbe ottenuto gli stessi risultati.👍

Elio Cecchin
Consulente: Mirco Dalla Valle

Conosco Mirco da dal 1995 ed ho avuto il piacere di lavorare con lui in un settore completamente diverso da quello dove operiamo entrambi ora. Questo per me è stato un vantaggio nel momento che ho scelto di farmi seguire da lui perché conoscevo già i suoi valori che poi, a conferma della mia intuizione, ha saputo portare nella passione per il settore assicurativo.

Lui mi seguiva già nelle coperture personali e non in quelle aziendali dove le informazioni mi arrivavano sempre in modo frettoloso senza permettermi di comprendere bene la motivazione del perché stavo pagando delle polizze.

Non venivo mai contattato per rivedere e controllare la posizione assicurativa in essere ma solamente per pagare il premio…. La sensazione è sempre stata di pagare una tassa, un obbligo di scadenza senza avere la percezione dell’eventuale importanza che avesse lo stesso.

Mirco ha capito invece perfettamente che, per valorizzare un lavoro fatto insieme, necessito di capirlo e comprenderlo affinché possa avvalorarlo in quello che andrà a risolvere. Con lui sono stati condivisi molti passaggi partendo dalla Diagnosi dei rischi e dalla mappatura degli corredati da attente domande per capire sia il rischio personale che quello lavorativo.

Confesso che mi era presa una certa ansia quando mi ha evidenziato “buchi” assicurativi e valutazioni sbagliate che erano state fatte ma ha saputo subito tranquillizzarmi dimostrando una padronanza professionale dove era sufficiente un sì da parte mia e del mio socio per risolvere e bonificare quanto erroneamente costruito.

Ho apprezzato in lui la delicatezza nel non denigrare quanto fatto dal precedente assicuratore ma nello stesso tempo la fermezza che non andava bene quanto fatto e che quindi bisognava intervenire in modo tempestivo!

Mirco è riuscito a rendermi partecipe dei rischi che andavamo a sistemare con le coperture assicurative portandomi a vedere la soluzione non più come una tassa bensì uno strumento fondamentale ed importante per proteggere tutto il mio lavoro, la mia famiglia e la pianificazione del mio futuro.

L’amicizia è un grande valore…. Se alla stessa riesci ad unire anche una grande professionalità e tenerla separata dall’amicizia stessa allora direi che posso darti la mia massima fiducia.

Fiducia che Mirco si è guadagnato al 100% e che, senza alcuna difficoltà, trasferisco a chi conosco affinchè si affidi a lui.

Andrea Pini
Consulente: Stefano Cappellini

Fino a qualche mese fa, le coperture assicurative che io e mia moglie avevamo in corso si limitavano a quelle delle due auto ed alla Capofamiglia che avevamo stipulato dopo aver preso un cagnolino. 

Nessuno ci aveva mai proposto nulla di diverso e noi non c’eravamo mai interessati ad altro anche se, dopo la nascita di nostra figlia Beatrice, era nato anche il desiderio di fare qualcosa per proteggerci maggiormente contro gli imprevisti. 

La confusione che regna nel settore assicurativo e la poca chiarezza che normalmente vi si trova, però, ci avevano bloccato e non avevamo ancora fatto nulla di concreto tanto che nei mesi scorsi ci siamo messi in contatto con Stefano solamente per avere un preventivo in vista della scadenza di una delle polizze R.C. Auto. 

Le cose che abbiamo ricevuto prima del preventivo richiesto sono state 2: la prima è stata la “Guida R.C. Auto Senza Sorprese” per comprendere meglio i contenuti più importanti e le cose da controllare bene prima di sottoscrivere una polizza per l’auto. La seconda era una lettera che descriveva punto per punto tutto il lavoro di analisi che Stefano avrebbe potuto fare per noi, seguendo il processo “Futuro Senza Soprese”, al fine di farci scoprire e conoscere tutti i rischi ai quali era esposta la nostra famiglia.  

Non esattamente ciò per cui l’avevamo chiamato ma, piuttosto, una serie di informazioni molto interessanti tanto che entrambe siamo stati d’accordo nel procedere con questo approfondimento a 360 gradi. 

Grazie al lavoro fatto insieme e dopo aver letto attentamente la nostra Diagnosi Dei Rischi, abbiamo potuto mettere in sicurezza la nostra situazione economica e patrimoniale al 100%: non solo le Responsabilità legate alla circolazione dell’auto, vita privata, cane ecc., ma anche i rischi derivanti da una seria Invalidità o dalla possibilità che uno di noi due venga a mancare lasciando in grave difficoltà proprio le persone che amiamo di più. 

Siamo rimasti stupiti nel conoscere le regole e le prestazioni dello Stato nei casi di Invalidità, Inabilità e Premorienza (davvero impossibile pensare di vivere dignitosamente con quelle cifre ) ed abbiamo apprezzato tantissimo il fatto di avere tutte le informazioni per muoverci consapevolmente nel settore assicurativo, all’interno di un unico documento nelle nostre mani. 

Prima di sottoscrivere qualunque polizza assicurativa, chi vuole capire cosa fare e soprattutto perché farlo dovrebbe assolutamente richiedere questa analisi. In particolare, mi sento di consigliarlo vivamente a tutte le famiglie con bambini piccoli o giovani ragazzi ai quali un genitore dovrebbe garantire tutte le opportunità alle quali hanno diritto, qualunque cosa accada, senza se e senza ma. 

Giulia Mazzon
Consulente: Michele Maroso

Faccio l’infermiera e mi occupo di tutt’altro…grazie a Michele sono venuta a conoscenza dei rischi che corro tutti i giorni..sono rimasta sbalordita! Informazioni che nessuno prima mi aveva fornito. Oggi mi sento più serena e al sicuro in caso di imprevisti! Ritengo molto importante conoscere queste informazioni e consiglio a tutti un colloquio con lui

Matteo Biondi
Consulente: Mattia Brunello

I miei genitori avevano perso tutto il patrimonio anche a causa di alcuni professionisti non proprio tali.. Dopo questa esperienza ho voluto fortemente proteggere me e mia moglie da ogni futuro imprevisto e dopo un’attenta selezione ho trovato in Mattia un professionista competente e attento ad ogni aspetto. Oggi mi sento sicuro e posso dormire sonni tranquilli senza più la paura di perdere nuovamente tutto.


Consulente: Giuseppe De Cesare

Io e la mia futura moglie siamo entrambi medici e come ogni medico facciamo fatica a comprendere “cose” della sfera assicurativa della scurezza economica ecc…

Abbiamo 34 anni e ovviamente come molti giovani abbiamo fatto un grosso mutuo per coronare i nostri obiettivi e in uqle momento abbiamo iniziato a capire che c’e’ un mondo enorme ( assicurativo, pensionistico, protettivo assicurativo) del quale non eravamo a conoscenza o meglio ne eravamo a mal conoscenza in quanto fin dalla laurea siamo stati approcciati da persone probabilmente professionali ma che ti promettono la luna in un mondo totalmente astratto mentre noi ( da medici) abbiamo una isione della vita abbatanza razionale causa-effetto ma negli ho capito a mie spese… che il mondo delle assicurazioni NON E’ COSI’… fin quando poi nel nostro cammino non abbiamo incontrato il Dott. GIuseppe De Cesare .

Chiarezza cristallina con dolcezza di un vero amico ci ha fatto capire concetti fondamentali e basilari sui quali abbiamo fatto una proiezione economico assicurativa per garantirci solidità economica a lungo termine e mettere al sicuro i nostri risparmi.

Consiglio a tutti i miei coetanei un colloquio con Lui per capire come funziona un mondo totalmente diverso dal nostro con la chiarezza piu’ assoluta e con la sincerità e dolcezza di quello che ormai è diventato un grande amico fidato.

Erica Bonora
Consulente: Michele Maroso

Convivo con il mio compagno da qualche anno e lavoro come operaia in un’azienda a qualche km da casa.

In passato come cliente non mi sono mai sentita importante in quanto si limitavano a proporre polizze basilari e semplici dove non sempre era chiaro a cosa servissero.

Ho sempre pensato ad una tutela per il mio futuro ma non sapevo a chi rivolgermi. Ora con Michele, che mi ha sviluppato la Diagnosi dei Rischi Futuro Senza Sorprese ho avuto tutte le informazioni chiare, precise e semplici che mi hanno permesso di tutelarmi.

È stato molto importante ricevere queste informazioni perché mi permettono di essere più sicura e serena.

Posso ringraziare Michele che ha svolto un ottimo lavoro e consiglierei a tutti di parlare con lui.

Nicola Mion
Consulente: Criastian Brunialti

Sono Nicola, ho 40 anni, lavoro nel settore Informatica e rivendita di software professionale.

Da poco più di un anno ho dedicato parecchie risorse per lo studio e comprensione della finanza personale e pianificazione di investimenti e di vita. Da qualcosa di cui   capivo poco ora mi ritrovo quasi quotidianamente a leggere, studiare e ascoltare argomenti di finanza ed economia. Uno dei pilastri per una corretta pianificazione finanziaria personale non può tralasciare una corretta  protezione del capitale umano. Una pianificazione finanziaria sul medio/lungo periodo ed investimenti pensati per un preciso obiettivo non possono essere intaccati da qualche evento o imprevisto che possa ridurre o distruggere il patrimonio accumulato.

Per tale ragione ritengo opportuno anche prima di investire pensare a proteggere se stessi, la famiglia e il patrimonio da potenziali problemi e quindi pianificare un futuro per quanto possibile meno incerto e con meno sorprese.

Premetto che fino a 1,5/2 anni fà le mie conoscenze sul tema finanza personale e assicurativo erano piuttosto scarse ma grazie alla conoscenza di corsi di consulenza finanziaria, sui quali ho dedicato decine di ore di studio e qualche migliaia di € la consapevolezza e le conoscenze sono aumentate moltissimo. Consideravo i mercati e gli strumenti finanziari e assicurativi come qualcosa di difficile comprensione dal quale stare alla larga. La verità è che non deve essere così ma dovrebbero essere conoscenze basi che purtroppo ne a casa ne a scuola, se non in rari casi vengono insegnati. Per vari motivi l’Italia purtroppo è una dei paesi Europei con una scarsa conoscenza in tema finanziario ed assicurativo.

Ho conosciuto il servizio “Futuro senza sorprese” per caso da un fascicolo allegato al quotidiano Giornale di Vicenza. L’articolo parlava di una azienda di Marostica che ha sviluppato un software e un programma di analisi dei rischi e rilascio di relativo report personalizzato sul cliente. Incuriosito di questo ho quindi chiesto alla mia assicurazione Unipol Sai se conoscevano questo programma e la loro risposta è stata affermativa.

L’incontro con Cristian Brunialti è stato di poco meno di un’ora durante il quale mi sono state poste varie domande relative alla mia situazione dall’estratto conto contributivo INPS, alla propietà di immobili, attività lavorative ed hobby eccc.

Una decina di giorni dopo mi è stato consegnato il relativo report di diagnosi dei rischi.

Il report rappresenta una base per il cliente per capire cos’ha e le lacune da colmare con cui discutere successivamente con il proprio interlocutore finanziario\assicurativo. Prima del report avevo già fatto di mia iniziativa una mia analisi ma essendo fatta in “casa” il dubbio è considerare tutte le variabili e dimenticarsi qualcosa per strada.

Nel mio caso ho già intrapreso da tempo un percorso di “ristrutturazione” delle mie finanze e della pensione ma dal report sono saltati fuori dei punti da valutare meglio per la protezione del capitale umano che magari non avevo considerato o sottovalutato.

Riassumendo in poche parole. Per chi ha cuore la costruzione di una finanza personale consapevole , di un patrimonio futuro consideri, anche prima di  pensare ad investimenti sui mercati finanziari di dedicare risorse alla propria protezione del capitale umano e del patrimonio in modo da essere resilienti a sorprese ed a imprevisti futuri.

Consiglio di dedicare risorse in formazione e corsi su Finanza personale ed investimento. Imparerete un sacco di cose utilissime che userete per ottimizzare il vostro patrimonio, proteggere il vostro capitale umano e evitare la fuffa che gira online e offline.

Con il vostro assicuratore valutate bene le coperture, leggete con attenzione i documenti informativi proposti e il materiale disponibile sul sito dell’assicurazione.

Spero sia stato di aiuto a molti di Voi! 

Matteo Gili
Consulente: Michele Maroso

Avevo già avuto altre esperienze con il mondo assicurativo senza però che nessuno mi spiegasse a fondo i miei potenziali rischi..ero quindi propenso a pensare semplicemente “a me non capiterà”…ho trovato in Michele un professionista serio e preparato che mi ha permesso di avere una visione più chiara della mia situazione e in particolare con la diagnosi dei rischi ho potuto capire quali erano i rischi non ancora coperti.

Adesso che ho trasferito questi rischi, mi sento molto più tranquillo.

Daniele Cresti
Consulente: Stefano Fraternali

Sono diversi anni che sono cliente di Stefano. Mi sono affidato a lui perché ha sempre avuto un metodo coerente e preciso.

Quando mi ha presentato il processo che utilizza, chiamato Futuro senza Sorprese, mi sono sentito ascoltato.

Mi ha messo nella condizione di essere consapevole e di sapere cosa mi serviva per
risolvere le mie problematiche.

Prima di tutto mi ha fatto uno studio specifico sulla mia situazione e sicurezza
economica.

Di fatti grazie alla Diagnosi dei Rischi sono venuto a conoscenza di situazioni che
neanche immaginavo.

Non sapevo che in caso di INVALIDITA’ e PREMORIENZA avrei lasciato la mia famiglia senza soldi.

Come non sapevo che, se procuriamo, io e la mia famiglia, un danno a terzi, non mi
sarebbero mai bastati i soldi per coprire il danno e risarcire il danneggiato.

Avendo una compagna, e d un bimbo di 3 anni, per me è stato fondamentale sapere, ed essere al corrente della mia sicurezza economica.

Poi grazie a tutte queste informazioni mi ha condotto passo per passo in maniera
molto chiara e lineare nel costruire un piano di protezione adatto e specifico alla mia situazione.

Ora mi sento più sereno a tranquillo, è come se mi fossi tolto un peso. Ho anche più
libertà di spendere i soldi, perché non ho più l’assillo di accantonarli per gli imprevisti, visto che ho destinato un budget annuale per coprire tutti gli eventuali
rischi.

Consiglio tutte le famiglie che hanno figli minori di analizzare la propria sicurezza
economica, per il bene della propria famiglia, soprattutto dei propri figli.

Stefano con il suo metodo ti mette nella condizione di essere consapevole, questo è
il vero vantaggio.

Non ti propone o vende polizze a caso, ma ti dà informazioni che sono essenziali.

Marco e Adriano Rigon
Consulente: Michele Maroso

In tanti anni di rapporti assicurativi non ho mai avuto informazioni chiare e di conseguenza non ricordavo mai le polizze sottoscritte.

Ho sempre pensato che non venissero adeguatamente curati i rapporti interpersonali e che ci fosse scarsa professionalità…gli assicuratori hanno strumenti che possono cambiare la vita delle persone ma nessuno mi aveva mai messo difronte ai possibili rischi che potrebbero minare la mia sicurezza economica.

Michele ha avuto un approcio diverso: chiaro, adeguto e non invadente.

Da lui ho ricevuto prima informazioni che mi hanno reso consapevole delle problematiche e di conseguenza ho potuto riflettere.. solo successivamente abbiamo trovato una soluzione adeguta. Ho una moglie e tre figli ed ho ritenuto importante proteggerli.

Al figlio più grande, che ha il suo lavoro e sta diventando autonomo ho consigliato subito di rivolgersi a Michele per fare una diagnosi dei rischi. Ora ci sentiamo tutti protetti e al sicuro.

Giovanni Parisotto e Jessica Moro
Consulente: Andrea Reginato

Prima di conoscere Andrea e Futuro Senza Sorprese, non mi ero trovato particolarmente bene con le altre agenzie e gli altri professionisti, in quanto avevo l’impressione che il loro scopo fosse fondamentalmente “vendere” un prodotto, spesso raccontando solamente gli aspetti positivi, dando poche e confuse informazioni.

Io ero consapevole delle polizze che avevo stipulato, almeno come tipologia, e annualmente venivo ricontattato solo per ricordare la scadenza della polizza.

Conoscevo i rischi in cui sarei potuto incorrere, però non avevo mai affrontato il problema della sicurezza economica e non avevo nessun progetto sulla mia pianificazione finanziaria basata su un piano di protezione. Non avevo mai analizzato completamente le lacune del sistema previdenziale statale, principalmente quelle legate alle mini pensioni in caso di invalidità.

Le informazioni che ho trovato sulla mia Diagnosi dei rischi sono state precise ed esaustive, e mi hanno permesso di analizzare la situazione mia e della mia famiglia in modo concreto. Il modo di lavorare di Futuro Senza Sorprese  è molto chiaro e trasparente, tenendoci particolarmente ad informare i clienti. Non appena ho visto la “mappa dei rischi”, sono rimasto un po’ sorpreso in quanto non pensavo ci potessero essere così tanti possibili rischi.

Ora, avendo iniziato a ridurre i rischi , mi sento più tranquillo, con la consapevolezza di aver ben tutelato me ed i miei cari  e sono convinto che queste informazioni debbano essere divulgate il più possibile.

L’approccio nei miei confronti ed il lavoro che abbiamo fatto insieme lo considero quasi ottimale. Dico quasi, così spero di stimolarti a continuare a dare sempre il meglio!


Consulente:  Diego Saretta

Sono un formatore da 8 anni, e non ho mai onestamente pensato all’importanza di proteggermi, un po’ per ignoranza, e un po’ perchè il mio lavoro non mi espone a rischi cosi grossi da farmi percepire l’urgenza.
 
Ed è proprio li che si trova la fregatura, in quanto non sapere cosa fare o come farlo in modo intelligente mi ha sempre tenuto distante da questi abiti. Non informarsi e non conoscere i rischi che corri ogni giorno non ti esclude dal essere in pericolo.
 
Ingenuamente non avevo mai fatto questo ragionamento.
 
Conosco Diego da molto anni e non ho mai avuto problemi a fidarmi di lui. Dopo una chiacchierata al telefono ha subito capito che non stavo dormendo sonni tranquilli, ed ecco che invece di fare come la maggior parte degli assicuratori, cercando a tutti i costi di appiopparmi qualche prodotto Diego ha fatto proprio l’opposto.
 
Mi ha proposto un analisi approfondita. Come io nel mio lavoro, prima di proporre una soluzione, mi aiuto con dei test per individuare le VERE problematiche, cosi Diego mi ha letteralmente fatto una scansione a raggi X di quello che era la mia situazione.
 
Mi ha proposto uno strumento che lui usa che è la Diagnosi “Futuro Senza Sorprese”.  Mi ha aperto gli occhi su tanti aspetti, e mi ha educato e consapevolizzato alla realtà.
 
Facendomi capire dove sto facendo bene e invece dove ho delle criticità mi ha mostrato cosa potevo fare e cosa no, di questo te ne sono grato.
 
Non ha spinto la vendita, non ha fatto giri di parole. Ha detto onestamente quello che è la situazione, fornendomi una rosa di soluzioni. Mi sono sentito trattato con i guanti.
 
Sono certo che nonostante l’età Diego sia uno dei migliori professionisti che si possano trovare in questo ambito, con leggerezza ma precisione e rapidità sa risolvere i problemi.
 
Ho già suggerito la sua consulenza ad alcune persone a cui voglio bene. Ma continuerò a farlo.

Gianluca Franceschini
Consulente:  Gian Enrico Barlassina

Ricordo molto bene che quando ho conosciuto Barlassina ero già cliente di banche, promotori e almeno 3 Compagnie assicurative, pertanto credevo di avere il necessario e tutte le tutele possibili e immaginabili.

Nel primo incontro di conoscenza, anziché vendermi assicurazioni o investimenti, si presentò spiegandomi il suo metodo di lavoro e cosa poteva fare di concreto e di utile per me. Subito abbiamo iniziato un dialogo all’interno del quale mi ha chiesto quante più cose possibili per comprendere la mia situazione sia personale che aziendale.

Mi ascoltava, faceva domande precise e prima di congedarsi, mi riferì che aveva individuato un’importante area da analizzare e valutare attentamente perché pesantemente scoperta nel mio sistema di tutele. Terminò quel primo appuntamento dicendomi che avrebbe necessariamente verificato in dettaglio la mia situazione di previdenza pubblica e che sarebbe tornato con una reportistica sulla base dei dati dell’INPS.

Così fu… A distanza di circa una settimana mi consegnò un fascicolo che attestava numericamente quali erano i miei diritti previdenziali e i relativi scarsi livelli di prestazioni, ma soprattutto nella relazione aveva indicato cosa dovevo fare immediatamente, cioè le soluzioni che potevo attuare per garantire la sicurezza economica a me e alla mia famiglia a seguito di eventuali gravi evenienze.

Paradossalmente, nonostante le assicurazioni obbligatorie e le private, scoprii di essere quasi totalmente scoperto proprio nei confronti delle persone e delle situazioni che più mi stavano a cuore… e nel feedback del Report emerse la vulnerabilità verso situazioni con elevate potenzialità di rischio e conseguenze più impattanti.

Quindi, grazie all’intero processo realizzato insieme ho beneficiato innanzitutto di una maggior serenità, perché da quel momento ho potuto affrontare ogni circostanza della vita e del lavoro consapevole di aver predisposto per tempo quello che è consigliabile e prudente fare, sapendo di avere garanzie economiche qualunque cosa accada, oltre ad aver realizzato l’ottimizzazione dei risparmi, anche quelli fiscali.

Credo che tutte le persone dovrebbero poter avvalersi dell’analisi dettagliata della loro situazione reale e di conseguenza dell’impianto di soluzioni personalizzate come voi raccomandate. Ritengo pertanto che dovreste promuovere la vostra Diagnosi dei Rischi in modo tale che possano beneficiarne tutte le persone cui competono grandi responsabilità.

Paolo Beltramelli                                                       Consulente:  Diego Saretta

Mi sono affidato a Diego perché ci conosciamo da anni, ma non mi aspettavo un tale livello di preparazione e formazione riguardo i rischi a cui ognuno può andare incontro, nel corso della vita, e a come salvaguardarsi. 

 

In seguito alle molte domande che mi ha posto ho ricevuto una Diagnosi completa, riguardante i miei rischi e quelli della mia attività.

Ammetto che molti dei rischi che mi ha evidenziato non li avevo mai considerati e non ci avevo dato il giusto peso, la cosa che più mi ha spaventato è la probabilità di poter rimanere invalidi e non poter certo contare sull’aiuto dello stato.

 

In sintesi la diagnosi è molto completa e analizza la tua situazione a 360 gradi, non trascurando nulla e consigliandovi sulle azioni da fare per tutelarsi.

Non si è obbligati a proseguire con la soluzione, ma vogliamo rischiare di rimanere al verde, o con debiti milionari per qualche stupidaggine?

Io sinceramente no.

 

Consiglio a tutti di fare la consulenza Futuro Senza Sorprese, specialmente ai giovani imprenditori che non si rendono ancora conto dei mille problemi che possono insorgere nel corso della propria attività.

 

Matteo Brun                                                              Consulente: Luca Fabbian

Questa xè a casa dea asagna…. Chi che no laora no magna.

 

Traduzione in veneto dalla bibbia 2tessalonicesi 3,10 “chi non vuole lavorare neppure mangi”.

Ciao Luca, questo è il detto che maggiormente sintetizza la mia “cultura economica” consolidata negli anni fin dalla mia infanzia.

 

Papà artigiano marmista, lavoro allora molto duro uno di quelli che oggi si chiamano usuranti, la sua salute era garanzia di reddito. Mamma, abile primo ministro gestiva le risorse cercando di soddisfare i bisogni di tutti, risparmiando sempre qualche soldo “perche doman non se sa mai cosa capitarà”.

Questa era la classica impresa famigliare, io mi sentivo parte di una squadra, ciascuno col suo ruolo e con i suoi compiti dove il fine era la crescita, lo sviluppo e la realizzazione di tutti i componenti.

Da anni porto avanti il lavoro di papà, esperienza che hai fatto anche tu, quindi non serve ti dica che il

modo di lavorare di oggi è completamente diverso da quello di ieri, ci siamo dovuti reinventare e

trasformare il modo di operare, idee e progetti con intervalli di tempo sempre più ravvicinati, e

sinceramente trovo difficoltà ad immaginare come sarà il mio lavoro nel futuro più prossimo.

 

Certo, da un lato tutto questo genera positività, adrenalina, ci fa essere sempre pronti al nuovo, covid 19

compreso, d’altro canto però non ti nascondo un senso d’incertezza e di preoccupazione, specie quando penso alla crescita allo sviluppo e alla realizzazione della mia famiglia e al futuro delle figlie.

La DIAGNOSI DEI RISCHI, è sistema che devo riconoscere è molto valido e ben fatto, coadiuvato dalle tue spiegazioni sempre chiare e obbiettive risulta essere uno strumento di riflessione molto utile.

In sintesi posso affermare che le coperture che tu mi hai proposto a seguito della diagnosi dei rischi, mi

hanno messo al riparo da gravi imprevisti economici che potrebbero accadere e hanno soddisfatto le mie esigenze e la mia “cultura economica “ che, se dovessi riassumerla, direi così:

 

– Il mio lavoro è importante perché genera il reddito per la famiglia, quindi è importate tutelare la

capacità lavorativa (vita, infortuni, malattie, non autosufficienza).

 

– Il risparmio si mette da parte per esigenze future o imprevisti, quindi no investimenti a rischio non

programmati.

 

– La casa è frutto di lavoro e risparmi: la sua tutela è fondamentale (tra l’altro ho avuto più di qualche

sinistro, pagato prontamente e senza problemi).

 

– E’ prioritario costruirsi per tempo una pensione per la vecchiaia.

 

Dopo tutto ciò, la polizza dell’auto è l’ultimo dei problemi.

 

Andrea Pinotti.                                                          Consulente: Stefano Cappellini

Da quando abbiamo acceso il mutuo per acquistare casa, sia io che mia moglie ci siamo preoccupati di assicurarci contro i rischi principali che riguardano sia noi due che l’abitazione.

Il lavoro fatto con il metodo Futuro Senza Sorprese, però, è stato un modo totalmente nuovo di analizzare e comprendere la mia situazione. Definirlo molto interessante è riduttivo.

Mi ha fatto ragionare su cose a cui non avevo mai pensato così in profondità. E’ valsa la pena darsi da fare per recuperare i dati necessari e fornire tutti i dati che mi sono stati chiesti perché le informazioni che mi sono ritornate indietro sono tanto importanti quanto difficilissime da ottenere.

Ora che ho visto come si può approfondire l’analisi delle proprie esigenze di Protezione e Previdenza, sono convinto che nessuno possa essere veramente tranquillo riguardo alle proprie coperture assicurative se non ha affrontato un processo strutturato come questo.

Mi chiedo, perché non renderlo un obbligo imposto agli intermediari assicurativi da parte degli enti che devono vigilare sulla correttezza del loro operato e devono garantire la bontà della consulenza che gli assicurati ricevono?

Marco Costantin                                                       Consulente: Luca Fabbian

Ciao Luca, ti confesso che io sono una persona che ha sempre pensato molto all’attività della propria azienda e non ho mai affrontato il problema della tutela del reddito attuale e l’enorme problema della pensione futura di vecchiaia.

Avevo qualche nozione molto generica e approssimativa su questi temi, ma soprattutto non conoscevo minimamente il problema delle misere pensioni di invalidità. Nessuno mi aveva mai dato informazioni chiare in merito. Quando stipulai il mutuo, la banca aveva provato a vendermi delle polizze sanitarie di cui non capii un bel niente!

Il tuo approccio con la diagnosi personale dei rischi è stato per me un momento rassicurante; ora ho un’idea chiara di come agire per la serenità mia e della mia famiglia.

La mappa dei rischi mi ha dato una visione semplice e precisa della mia situazione di enorme scopertura economica in cui potrei trovarmi a causa di un grave infortunio o malattia, che mi impedirebbe di continuare la mia professione, con gravissimo danno economico per tutta la mia famiglia.

Per uno come me che non è del settore, il tuo approccio è stato illuminante; così ho deciso con consapevolezza di tutelarmi per i problemi che potrebbero succedermi oggi e per il problema di domani che è la pensione.

Una volta questi temi che mi facevano venire il voltastomaco, ma ora sono convinto che tutti dovrebbero fare la diagnosi dei rischi per affrontare il futuro con maggiore serenità.

Alessandro Omerini                                                  Consulente: Luca Fabbian

Buongiorno mi chiamo Alessandro Omerini, premetto che nella mia attività attuale e passata, mi sono e mi occupo marginalmente di assicurazioni. Svolgo un’attività bancaria e nel nostro lavoro proponiamo delle polizze assicurative nel ramo danni vita ed investimento. Si tratta di un’attività chiaramente secondaria.

Nella mia vita ho incontrato diversi assicuratori che hanno cercato di dare una risposta alle esigenze che di volta in volta ho presentato. Sinceramente non sempre le informazioni che mi sono state date sono state chiare e precise ma da semi-profano ho sempre pensato “meglio questo che niente”. Non lo nego, anch’io nel mio lavoro non mi rendevo conto dell’importanza di una seria consapevolezza dei rischi. Ciò che mi ha sorpreso nei colloqui che ho avuto con l’agenzia di Luca Fabbian, è stato l’approccio. Fin da subito non si è parlato di prodotto, di polizza. Qui siamo partiti da un’analisi completa della mia situazione familiare, economica, patrimoniale per arrivare a formulare una diagnosi mirata che evidenzia tutti i rischi cui sono sottoposto tutti i giorni.

Mi sono reso conto di questioni che avevo sottovalutato (vedi la perdita dell’ autosufficienza). La diagnosi ha preso in considerazione tutte quelle aree che possono farmi correre il rischio di “perdere soldi”. Nel mio lavoro vedo gente che risparmia per cosa, per “gli imprevisti” senza rendersi conto che un imprevisto potrebbe provocare un danno molto superiore al patrimonio che ho accumulato. Come dicevo nella diagnosi che mi è stata fatta, si sono quantificati i rischi commisurati alla mia situazione nel caso di un’invalidità, nel caso di una premorienza, si è preso in considerazione il gap pensionistico cui andrò incontro se non farò nulla, si è preso in considerazione il problema dell’autosufficienza, della responsabilità civile, delle conseguenze dei danni che io e i miei familiari potremmo provocare ad altri.

Sono state analizzate le problematiche legate ad una eventuale distribuzione di eredità. In sintesi sono state create delle soluzioni tagliate su di me, sulle mie reali esigenze eliminando ciò che può essere marginale e puntando su ciò che è effettivamente importante. Apro una parentesi, la prima polizza che ho sottoscritto è stata una polizza sulla casa. In quegli anni non sapevo nulla di assicurazioni. Alla domanda per quanto vuoi assicurarti per il furto (le alternative erano dai 10.000.000 di lire in su) ho detto all’assicuratore facciamo il massimo 50 milioni così sono più tranquillo.

L’assicuratore non ha battuto ciglio, era a casa mia avrebbe dovuto rendersi conto e dirmi che era spropositata la copertura per un’abitazione ancora spoglia (mi ero appena sposato) e priva di effettivi valori. Mi sono trovato così sovra assicurato per anni con il rischio di avere un’indennizzo molto inferiore alle aspettative, nel frattempo l’assicuratore si è goduto per anni il maggior premio che ho pagato. Tornando a noi con la diagnosi ho avuto un’idea chiara della mia situazione, delle mie necessità e la consapevolezza che le scelte che andrò ad effettuare mi garantiranno tutta la tranquillità di cui ho bisogno.

Mi sento di consigliare a tutti questo sistema di lavoro che permette di mettere in sicurezza la mia famiglia dandomi la necessaria tranquillità anche nei confronti di eventi che altrimenti potrebbero avere conseguenze devastanti

Filippo Buratti                                                           Consulente: Luca Fabbian

Ciao Luca, ti devo dire che fare la diagnosi dei rischi è stata per me particolarmente interessante: si tratta, a tutti gli effetti, di fare un check up della propria situazione economica.

Infatti, in termini di protezione di solito affronti un problema specifico, perché ne sei consapevole solo in quel momento; ma tralasci tutto il resto. Non hai una visione d’insieme su quali sono i rischi che possono mettere a repentaglio la tua sicurezza economica!

Occorre dire, inoltre, che spesso gli assicuratori tendono a venderti polizze, senza darti tante spiegazioni. E’ difficile trovare una persona, come te, che affronti le problematiche in cui potresti incorrere, senza per forza parlare di polizze.

Con la diagnosi che tu mi hai fatto e la mappatura dei rischi ho capito una cosa che non mi era assolutamente chiara: per le assicurazioni che coprono il rischio di morte e invalidità è fondamentale avere la copertura sia per le cause da infortunio che da malattia. Altrimenti hai mezza coperta! Inoltre, le somme che devi assicurare devono rispondere a reali necessità di scopertura, che solo un processo analitico, come la diagnosi che mi hai fatto, può rivelare.

La cosa, però, che mi ha sconcertato maggiormente è vedere a quanto ammonterà la pensione di vecchiaia per un imprenditore agricolo di 35 anni come me!!!

Una miseria!

Nessuna associazione di categoria affronta il tema previdenziale con tutte queste informazioni; informazioni indispensabili per poter agire con consapevolezza e in piena libertà per non perdere soldi a causa di imprevisti che possono capitare durante la vita. Questa diagnosi la consiglio veramente a tutte le famiglie come la mia, perché solo con l’informazione professionale com era tua famiglia si può proteggere dal rischio di restare senza soldi da un momento all’altro.

Ilaria Garuti

Consulente: Stefano Cappellini

Mi fa molto piacere poter esprimere il mio parere sull’esperienza che mi ha portato a comprendere, in modo inaspettatamente chiaro e trasparente, quali fossero le mie reali esigenze di protezione e risparmio. Questo risultato per me è particolarmente soddisfacente perché il mio settore di competenza è la medicina che non è esattamente prossimo a quello delle assicurazioni….

Alcuni mesi fa ho cominciato a pensare che sarebbe stato opportuno iniziare ad accantonare qualcosa per il mio futuro ed un amico di famiglia mi ha consigliato di rivolgermi a Stefano per avere un’analisi più approfondita della mia situazione. 

Stefano mi ha proposto di non prendere nessuna decisione di risparmio senza prima aver visto il quadro complessivo, che comprendesse anche la descrizione dei problemi che potevano minacciare il mio presente. 

È stato così che, invece di ricevere proposte per sottoscrivere polizze, ho dovuto fornire tantissime informazioni familiari, professionali e personali. Con tutte queste informazioni e con i dati ricavati dal mio estratto conto previdenziale, mi è stato mostrato l’effetto che alcuni eventi avrebbero avuto sulla mia vita. Eventi ai quali non si pensa mai, anche solo per scaramanzia. 

Con la stessa somma mensile che avevo intenzione di risparmiare, ho così potuto proteggermi da quegli imprevisti che potrebbero letteralmente rovinarmi il futuro e, solo dopo aver risolto queste criticità, ho anche iniziato a risparmiare potendolo fare su fondamenta solide. 

Tutti i ragazzi giovani come me dovrebbero avere queste informazioni e tutelarsi assolutamente. Se un evento grave dovesse accadere all’inizio di una carriera lavorativa, le tutele da parte dello Stato sarebbero praticamente inesistenti e diventerebbe impossibile sostenersi economicamente e continuare a cercare di raggiungere i propri obbiettivi futuri. 

Adesso mi appare tutto molto logico ma prima, senza le informazioni, il mondo delle assicurazioni era un rebus. 

Antonio Brancati

Consulente: Diego Marchesan

Caro Diego,

desidero darti il mio feedback sul percorso di consulenza che abbiamo fatto insieme. Ti conosco da diversi anni e le prime polizze assicurative le ho stipulate con te, sapendo già il rapporto di fiducia che avevi con mio papà.

All’inizio consideravo i prodotti assicurativi come un qualcosa di necessario, ma non ne comprendevo l’importanza fino in fondo ( non pensavo ad infortuni, malattie, sinistri…). Pur avendo sempre ottenuto informazioni chiare e comprensibili e rivedendo insieme ogni anno la mia situazione, mi ricordo le polizze che ho ma faccio fatica a ricordare le condizioni delle singola polizze.

Non avevo mai affrontato il problema della sicurezza economica nel suo complesso e non avevo mai valutato un progetto di pianificazione finanziaria basata sul piano di protezione, non conoscevo affatto i problemi legati alle mini pensioni delle casse previdenziali.

Spiegandomi la “mappa dei rischi” mi hai subito suscitato curiosità ed interesse a comprenderla in tutti i suoi aspetti, ed il successivo percorso di consulenza con l’elaborazione della mia personale “Diagnosi dei rischi” è stato completo ed esauriente, oltre che di facile comprensione, e mi hai aiutato perché ho compreso nel dettaglio la mia capacità di risparmio attuale, e cosa potrei perdere in caso di infortunio o malattia. Inoltre ho avuto una maggiore chiarezza su ciò che è, e che prevede, la mia cassa previdenziale (Enpam).

Ti ringrazio perché attraverso queste importanti informazioni che mi hai dato con la tua consueta discrezione ma in modo esaustivo, la mia vita e quella della mia famiglia è cambiata in meglio, considerando che ho una moglie e due figli piccoli, ed ora sono più sereno perché ho compreso i miei rischi e li ho gestiti al meglio. Credo che questa modalità di analisi personalizzata, può essere utilissima a tutti indipendentemente dal proprio reddito, dovrebbe essere maggiormente utilizzata e pubblicizzata in modo che tutti ne possano beneficiare.

Grazie ancora, a presto.

Roberto Casoni

Consulente: Stefano Cappellini

Mi ero attivato, nonostante non avessi ancora compiuto 29 anni, per avere informazioni su un buon prodotto per poter integrare quella pensione futura che sento dire sarà gravemente insufficiente per mantenere il proprio tenore di vita una volta terminata la vita lavorativa.

Quello che ho ottenuto, invece, è stato una vera e propria bussola per orientarmi e comprendere tutti quelli che sono i rischi a cui sono esposto, molti dei quali erano ancora più gravi ma soprattutto vicini nel tempo visto che sono rischi che stavo correndo già oggi stesso e tutti i giorni.

La mia Diagnosi dei Rischi mi ha fatto scoprire temi di tutela personale che non conoscevo per niente, prima tra tutti quelle che sono le prestazioni che mi arriverebbero dall’Inps in caso di infortunio e malattia. 

Altra cosa che mi ha colpito, è la parte che descrive i rischi di procurare dei danni agli altri e di vedersi quindi arrivare una richiesta di risarcimento. Il funzionamento delle richieste di risarcimento dovrebbero essere conosciute da tutti perché possono essere davvero enormi e rovinare per sempre chi si ritrova a doverle risarcire. Il risultato finale è stato che, con il budget che avevo pensato di accantonare per il problema della pensione futura, ho potuto risolvere tutti i rischi che sono emersi nella mia personale analisi, nessuno escluso. Mi è stato semplicemente fatto vedere con chiarezza e con i numeri alla mano, come potevo distribuire questo budget in modo più intelligente attivando una protezione partendo dalle mie priorità.

Sono veramente soddisfatto perché il risultato che ho ottenuto è stato maggiormente utile e prezioso di quello che stavo cercando, tanto che ho già consigliato di fare la stessa cosa a diversi amici, miei coetanei.

Nicola Bettini

Consulente: Stefano Cappellini

L’interesse è nato dalla necessità di proteggere quello per qui si ha lavorato, si sta lavorando e di lavorerà per ancora parecchio tempo.

Non conoscevo questa metodologia di lavoro inerente al mondo assicurativo ed è stata da subito una piacevolissima sorpresa. 

Una delle cose che colpiscono immediatamente è la chiarezza con cui si definiscono i vari aspetti previdenziali, grazie a un recupero capillare di dati che in breve tempo porta alla conoscenza della propria situazione e delle proprie necessità assicurative e previdenziali… il tutto per un “Futuro Senza Sorprese”.

Questo rende ancora più semplici le decisioni da prendere, dando consapevolezza che il risultato finale sarà quello scelto…. non una cosa da poco, vista la solita incertezza che aleggia in questo mondo.  

E’ stato quindi di gran lunga il miglior approccio che mi sia mai stato proposto dal quale credo (a mio parere) non si possa più prescindere. 

Ultima nota positiva, nonostante non volessi impegnare un budget troppo elevato per le mie possibilità, grazie all’analisi dettagliata sono riuscito anche a rimanere al di sotto della spesa che immaginavo.

Paola Pozzetti

Consulente: Stefano Cappellini

Ho conosciuto Stefano un paio di anni fa, dietro consiglio del mio Avvocato, per mettere ordine alla mia situazione assicurativa che come spesso capita non mi era del tutto chiara.
Grazie al lavoro di analisi fatto insieme ho avuto la possibilità di capire in modo completo la mia situazione riguardo ai rischi che potevano crearmi seri problemi finanziari.
Molte persone sono ignoranti su questa materia un po’ perché non si trova mai tempo di approfondire ma anche perché non si trova nessuno in grado di spiegarti in modo chiaro come stanno le cose.
Le informazioni più preziose che ho ricevuto e che non conoscevo, sono state quelle riguardanti le prestazioni garantite dallo Stato e dall’Inps nel caso mi accadesse qualcosa di grave.

 

Consiglio vivamente, soprattutto a chi come me è separato, di approfondire con la stessa consulenza che ho fatto io anche le tematiche di pianificazione successoria perché ho ottenuto informazioni e spunti che mi stanno facendo riflettere.

Arciso Ferri

Consulente: Stefano Cappellini

Il lavoro di Stefano è a dir poco rivoluzionario per il mondo assicurativo così come l’ho sempre conosciuto.

Utilizzando un approccio completamente nuovo del tipo Risk Based Thinking mette a nudo eventuali punti critici dei quali potresti non essertene mai accorto e che un normale rapporto cliente/ fornitore non metterà mai in evidenza.

Assolutamente un ottimo lavoro!

Giacomo Bortoli

Consulente: Michele Maroso

Sono un avvocato e ho sempre pensato che i prodotti assicurativi siano indispensabili per la tutela delle persone e delle attività professionali ma non ho mai avuto chiaro quali fossero i rischi nei quali potevo incappare. 

Conosco Michele da diversi anni e ho trovato in lui una persona competente, puntuale, affidabile e appassionata del proprio lavoro. Mi ha dato fin da subito tutte le informazioni necessarie, in modo chiaro e semplice da comprendere. Grazie alla sua diagnosi dei rischi ho potuto conoscere tutti i potenziali rischi che corro nella vita di tutti i giorni e nella mia attività professionale ed ho potuto operare una scelta consapevole in modo da tutelare non solo me ma anche la mia compagna convivente.

Credo che queste informazioni andrebbero divulgate il più possibile e mi sento di consigliare a tutti un colloquio con lui.

Luca Trevisan

Consulente: Michele Maroso

Ho sempre avuto solo le polizze auto e cercavo di anno in anno le migliori condizioni “prezzo”. Sono ottimista di natura e quindi non mi sono mai posto il problema della sicurezza economica; un campo per me sconosciuto finché non mi sono rivolto a Michele, il quale mi ha fatto affrontare l’argomento.

Ho una moglie e due figli e aver compreso in modo chiaro e semplice cosa accadrebbe a me e alla mia famiglia se incappassi in un grave imprevisto è stato fondamentale perché ora so quali rischi non avrei potuto sostenere da solo. Adesso che li ho trasferiti, nonostante rimanga ottimista, mi sento più protetto e sereno. 

Credo che queste informazioni siano utili a far riflettere molte persone.

Simone Lodi

Consulente: Stefano Cappellini

Mi chiamo Simone Lodi e faccio il tassista a Modena ormai da 10 anni.

Mi affido a Stefano Cappellini da molto tempo per le mie principali esigenze assicurative e sono sempre stato seguito con estrema professionalità.

Alcuni mesi fa mi ha chiamato per propormi un’analisi a 360° di tutti i problemi che possono capitarmi nel ciclo della vita e mi ha coinvolto in un processo che non avevo mai visto fare da un assicuratore.

Devo dire che il risultato finale è stato quello di avere una consapevolezza totale dei grandi rischi a cui sono esposto e delle possibili conseguenze economiche calcolate in modo preciso. Tutto questo in un unico documento.

Prima pensavo di essere ben informato ma mi sembrava di avere informazioni slegate tra loro mentre ora ho molta più chiarezza sul quadro completo.

Spesso preferiamo non pensare ai problemi che possono capitare ma farlo in modo così chiaro è stato molto importante per me.

Consiglierei a chiunque l’analisi “Futuro Senza Sorprese” che ho fatto con Stefano per ottenere la stessa chiarezza che ho trovato io.

Antonio Bondi

Consulente: Stefano Cappellini

Ho conosciuto Stefano tramite una cara persona con la quale intrattengo rapporti di lavoro, ed è stat una bella sorpresa.

Ho esposto a Stefano le mie problematiche relative ad una copertura assicurativa personale.

Dopo un primo incontro nel quale gli ho parlato della mia situazione attuale andando a fornirgli tutto il materiale che mi ha richiesto, mi ha redatto uno studio approfondito dove andare ad intervenire.

Al secondo incontro mi ha proposto le soluzioni adatte per la mia persona, studiate per le mie esigenze. Un approccio nuovo per me, dove non è stato lasciato nulla al caso, intervenendo nei punti di mia necessità.

Consiglierei ad altre persone di affidarsi a questa analisi? Certamente, sicuro di fare una bella figura!

Quanto prima fisserò un incontro tra Stefano e mia figlia, così che anche lei possa avere a disposizione la sua professionalità.

Michele Oliani

Consulente: Mirco Dalla Valle

Prima di iniziare la collaborazione con Mirco la situazione assicurativa famigliare era molto disordinata, frutto della mancanza di punti di riferimento adeguati per poter soddisfare le esigenze di una famiglia ed azienda radicata nella ruralità ma in fase di rinnovamento ed evoluzione.

L’opinione che avevamo io e mio fratello Umberto, degli assicuratori era di veri esattori, inadeguati alle nostre esigenze di rinnovo ed evoluzione dove venivo contattato solamente per il pagamento della quota annuale. Le informazioni quindi risultavano essere poco chiare e di conseguenza poco comprensibili lasciando in noi l’insicurezza di cosa avessimo in essere come coperture assicurative.

Altri assicuratori ci avevano contattati dimostrando però poca soggettività e risposte troppo generiche che non andavano a fondo delle problematiche. Con Mirco abbiamo trovato semplicità e chiarezza e soprattutto disponibilità all’analisi del caso, sia riguardante alla situazione reale che a quella previsionale. Un metodo di lavoro che può essere compreso anche da un non addetto ai lavori.

Quando abbiamo visto la mappatura dei rischi non ci siamo sorpresi, ce lo aspettavamo così perché avevamo già capito la metodologia che sarebbe stata applicata nella raccolta dei dati. Le informazioni ricevute sono state molto importanti ma vogliamo anche precisare che siamo favorevoli alla prevenzione, di cui io personalmente ne sono estremamente attento, ma nello stesso tempo è nella mia e nostra indole non esagerare con le spese annuali per poter vivere serenamente anche il presente. Il fatto di aver analizzato, soppesato e valutato i rischi importanti da trasferire e quelli meno importanti ci ha reso coscienza di quali protezioni attuare e quali non e questo è il risultato del lavoro offerto da Mirco.

Non siamo ancora nella situazione di piena applicazione della protezione famigliare in termini di polizze ma sicuramente il lavoro fatto ci da più serenità. Lavoro che mi sento tranquillamente di consigliare ai miei conoscenti dove sono consapevole che la persona che li seguirebbe, nel nostro caso Mirco, potrebbe solamente beneficio, chiarezza e soluzione alla loro situazione.

Ribadisco che abbiamo trovato in lui disponibilità, attenzione, competenza anche con approfondimenti in caso di mancata risposta immediata, insomma un buon lavoro basato sul principio di ascolto del cliente e predisposizione al confronto anche in caso differenti punti di vista.

Claudio Roman

Consulente: Mirco Dalla Valle

Freddezza e diffidenza che avevo nei confronti dei precedenti assicuratori è stata annullata da spiegazioni chiare ed esaurienti da parte di Mirco. Non avevo una grande considerazione della categoria … la mia percezione, forse un po’ accentuata, era di avere davanti solamente qualcuno che mi chiedesse dei soldi ma credendo al valore in se stesso per il futuro, non ho mai rinunciato agli stessi.

Le informazioni purtroppo non erano sempre chiare e a volte addirittura ho avuto prova di persona che le info al proprio interesse e non a quello del cliente.

Ho trovato in Mirco quella base di solidità e sicurezza che cercavo da tempo che mi permettesse di potermi “dimenticare” di quanto costruito con lui per la sicurezza e affidabilità ricevuta nel momento della costruzione del piano di protezione.

Non ritengo necessario che un assicurato ricordi perfettamente quali siano le sue coperture ma ritengo nello stesso tempo fondamentale che quando gli vengono ricordate le stesse rispecchino esattamente quanto concordato, scelto e condiviso insieme al professionista durante i “lavori in corso”.

Conoscevo i rischi ma non tutti. Ero molto preparato in quelli inerenti il lavoro ma meno in quelli privati dove Mirco, invece, mi ha fatto capire che avrei avuto a che fare con l’Inps e che dovevo conoscere quindi il funzionamento.

Le coperture che avevo non erano collegate tra loro e proteggevano i danni ai terzi (importanti sicuramente) ma trascuravano il sottoscritto lasciandomi esposto ad un rischio molto alto.

Ho avuto purtroppo modo di provare un infortunio importante sulla mia persona. Non per fortuna ma per grande preparazione il sistema studiato da Mirco in base alla tipologia di lavoro e rischi correlati si è rivelato indovinato pienamente ricevendo un supporto top!

Mi prendo un po’ di merito anch’io… il passaggio fondamentale ed importante è che ho saputo fidarmi e affidarmi a lui. Nel momento che ho capito cosa avrebbe dato come risultato la mappa dei rischi non ho avuto esitazione.

Risultato? Più sereno per il futuro mio e della mia famiglia. Ho consigliato ad occhi chiusi il suo operato ad altri miei conoscenti sicuro del fatto che potrà portare loro solamente beneficio.

Ingredienti? Passione, attenzione e dedizione che porta ad un lavoro che io definisco All the Best!

Graziano Lazzari

Consulente: Isabella Cosaro

Buongiorno,

mi chiamo Lazzari Graziano e sono Amministratore unico di una S.r.l. e ho sempre dato l’opportuna attenzione a tutti i vari rischi e fattori variabili che la mia attività di libero imprenditore ti sottopone ogni giorno. Inoltre, essendo la mia azienda a carattere familiare, volevo verificare come difendere opportunamente gli interessi personali e quelli dei miei familiari, sulla base delle normative vigenti.

Conosco Isabella Cosaro da molti anni, avendo precedentemente lavorato come dipendente presso un’altra azienda, dove avevo contatti per problematiche assicurative, prima con il papà e poi con lei. Mi sono trovato a mia agio da subito, in quanto si è creato una sinergia basata sulle competenze e onestà, per cui è stato facile proseguire con Isabella anche nel momento in cui ho deciso di intraprendere l’attività di imprenditore, affidandomi alle Sue competenze. 

E’ stimolante e rassicurante poi trovare una agenzia di assicurazione che si presti a verificare la tua posizione globale assicurativa, consegnandoti nello specifico un check up completo, con l’obiettivo di darti delle soluzioni specifiche assicurative sulla base di normative finanziarie e fiscali in continua evoluzione.

Possono solo complimentarmi con Isabella per il percorso intrapreso e per la preziosa collaborazione e professionalità che ogni giorno regala ai suoi assicurati.

 

Maurizio Ronchetti

Consulente: Stefano Cappellini

Quando ci siamo rivolti a Stefano, io e la mia compagna avevamo appena fatto il grande passo di acquistare la nostra prima casa.

Eravamo consapevoli della possibilità che un evento imprevisto avrebbe potuto distruggere il frutto dei nostri sacrifici ed eravamo intenzionati a proteggerlo con una copertura assicurativa.

Prima di parlare della casa e della sua copertura, però, Stefano, ci ha detto che era necessario mettere a fuoco un quadro complessivo di tutti i rischi che minacciavano la nostra famiglia, tra i quali il possibile danneggiamento della casa ne rappresentava solamente uno (e nemmeno il più pericoloso).

E’ stato così che, grazie all’analisi completa che ci è stata recapitata a casa, abbiamo capito che sono tante le informazioni che non avevamo riguardo agli imprevisti che possono compromettere il nostro reddito ed il nostro patrimonio. Ci ha fatto aprire gli occhi e vedere a 360° anche tutte le altre situazioni di pericolo.

Non conoscevamo, per esempio, quanto miserie siano le prestazioni che ci garantirebbero lo Stato in caso di Invalidità e Inabilità se dovessimo subire un infortunio o una malattia grave.

Possiamo dire che la Diagnosi dei rischi ci ha fornito molta chiarezza riguardo al perché siano necessarie le soluzioni assicurative delle quali, solitamente, non capivamo del tutto l’utilità. Devono integrare quello che lo Stato non ci da più e che darà sempre meno.

Solo dopo aver seguito un percorso così completo e chiaro puoi dire di sentirti davvero protetto ed ottieni la sensazione di aver fatto qualcosa di davvero positivo per te stesso e le persone che ami.

Marisa D’Orsi

Consulente: Cristian Brunialti 

Quando documento è molto interessante ma soprattutto è chiaro e semplice senza tanti paroloni o frasi lunghissime da capire.

Ringrazio Cristian per avermi fatto questa valutazione che ho potuto visionare con calma  senza pressioni da parte sua.

Trovo sia uno strumento utile che fa vedere la propria situazione a 360 gradi e fornisce spunti validi di riflessione riguardo gli ambiti familiari, previdenziali e lavorativi.

Non da ultimo vengono evidenziati dati importanti che non sarebbero costruibili dal singolo.

 

 

Stefano Iembo

Consulente: Stefano Cappellini

Sono Assicurato con Stefano Cappellini da molto tempo e ritengo di essere stato sempre seguito in modo molto professionale e preciso.

Negli anni, ho sempre notato in lui una continua ricerca ed un impegno costante a formarsi per migliorare i suoi strumenti di consulenza e le sue competenze al fine di distinguersi il più possibile dalla concorrenza.

Alcune settimane fa mi ha proposto un percorso di consulenza che si è sviluppata con una raccolta dati molto approfondita dopo la quale ho ricevuto, ad una distanza di pochi giorni, la mia personale Diagnosi Dei Rischi dove per la prima volta ho trovato riportati tutti i problemi che potrebbero verificarsi per me e la mia famiglia in seguito agli imprevisti della vita.

Questo Report è decisamente interessante e non avevo mai sentito parlare di una simile consulenza nemmeno da tutte le mie conoscenze con cui mi confronto spesso su temi professionali e personali.

Questa mattina, in pieno lockdown dovuto alla diffusione del Covid-19 in Italia, ci siamo visti in video appuntamento e mi ha mostrato come, con un importo ragionevole, potevo andare a rendere la mia situazione assicurativa, già ben strutturata, ancora più aderente rispetto alla mia situazione specifica.

Un’analisi che mi è servita molto a capire il quadro generale e la visione di insieme.

Un lavoro decisamente interessante, chiaro e, rispetto alla mole di informazioni che ho ricevuto, anche decisamente veloce. In due appuntamenti di un’ora ciascuno ed un’attesa di circa 10 giorni sono riuscito a capire ben di più di quanto avevo compreso in tutti questi anni.

Laura e Franco Ferrè

Consulente: Marco Carrattieri

Abbiamo lavorato in tempi di distanziamento (e non era facile) all’analisi delle nostre esigenze e della nostra situazione familiare. Eravamo sicuramente un caso atipico per tante ragioni, ma grazie a Marco siamo riusciti a mettere a fuoco tutti gli aspetti e ad accrescere notevolmente la nostra consapevolezza, mettendo in atto le principali contromisure sui punti più deboli ed assumendoci i rischi che reputavamo ragionevole assumerci.

Nulla resta com’è, e questo primo check avrà sicuramente nuove tappe, in futuro, e nuove circostanze potrebbero cambiare gli scenari, anche più volte. Ma, anche grazie a voi, proveremo a far andare comunque tutto bene.

Manuel Ferrari

Consulente: Davide Lovato

Per me si è trattato di effettuare un lavoro di confronto davvero costruttivo, effettuando una valutazione a 360° che mi ha portato a focalizzare l’attenzione su quelle priorità alle quali tenevo.

Tale lavoro è stato possibile grazie all’assistenza e la disponibilità del mio consulente che, consapevole del poco tempo a disposizione di cui ormai tutti disponiamo, mi ha guidato in un’analisi a mio parere davvero completa e professionale.

Naturalmente si tratta di fornire molti dati personali ma, senza di questi, non sarebbe possibile ottenere un risultato così mirato.

Ritengo questo lavoro una valida analisi davvero utile per capire quali sono le priorità che mi stanno più a cuore, ma anche quelle stesse priorità che non avevo preso in considerazione ma che meritano la giusta attenzione.

Luca Lombardi

Consulente: Stefano Cappellini

Durante il periodo di Lockdown dovuto alla pandemia che ha bloccato recentemente tutti noi nelle nostre case, ho assistito ad un Webinar dove veniva illustrato un metodo di consulenza molto chiaro che sembrava in grado di farmi comprendere molte cose su come strutturare un’adeguata protezione assicurativa.

Alla fine della presentazione, perciò, ho richiesto di essere contattato da un consulente di questa struttura che fosse quindi certificato ed abilitato a lavorare con questo processo e che avesse le competenze per sviluppare l’analisi che viene chiamata “Diagnosi Dei Rischi”. Avendo già in corso alcune coperture, volevo verificarne le caratteristiche e capire se c’erano delle lacune.

La distanza non è stata un ostacolo visto che abbiamo affrontato ogni passo in collegamento video tra Agliana 

(provincia di Pistoia), dove abito, e Modena da dove sono stato contattato da Stefano Cappellini.

Ci siamo collegati una prima volta per un appuntamento che è durato circa 1 ora e durante il quale ho fornito tutte le informazioni necessarie allo sviluppo della relazione che mi è arrivata con corriere circa 10 giorni dopo.

Già da una prima lettura, ho capito lo studio e la preparazione che stanno alla base di questa attività perché ho cominciato a leggere tutte le cifre sulle quali avrei dovuto fare affidamento se si fossero verificati degli incidenti imprevisti. Vedere i numeri precisi ha avuto un effetto illuminante su di me perché i problemi sono semplici da comprendere quando sono quantificati. Così è stato facile fare delle scelte e prendere delle decisioni che altrimenti non si prendono a causa della vita frenetica in cui siamo immersi tutti i giorni.

Anche se avevo già in corso delle coperture importanti ad ho avuto la conferma di aver già stipulato delle prote-zioni corrette, sono stati chiarissimi i punti su cui intervenire:

1) Aumentare la copertura in caso di Invalidità dovuta a una grave malattia;

2) Aumentare i massimali di Responsabilità Civile perché con 250.000 € non ci fai gran che in caso di una   grave responsabilità per un danno arrecato ad altri nella vita privata o per cause derivanti dalla proprietà di casa;

3) proteggere casa anche per eventi catastrofici come il Terremoto che ho scoperto essere quasi sempre escluso dalle coperture più diffuse.

Come ho già avuto modo di confermare a Stefano, non ho mai avuto tanta chiarezza come in questo momento sui rischi e sulle relative soluzioni che è opportuno mettere in atto e sono convinto che questa Diagnosi dovrebbe essere obbligatoria per tutti quando si parla di assicurazioni.


Eleonora Paglia ed Andrea Gibellini

Consulente: Stefano Cappellini

Abbiamo conosciuto Stefano quando era un ragazzo perché, qualche anno dopo aver cessato l’attività sportiva a a causa dei seri infortuni che aveva subito, aveva ricominciato a giocare a calcio nella squadra che sponsorizzavamo con la nostra azienda GI-CAR.

Dopo di allora ci siamo persi di vista per una quindicina d’anni fin quando ci siamo rivisti per caso in un ristorante e ci ha raccontato dell’attività di consulenza che portava avanti con tutti i suoi collaboratori e del processo particolare che metteva in atto per rendere consapevoli i suoi clienti di tutti i rischi che li potevano rovinare economicamente.

Abbiamo deciso di approfondire e ci siamo sentiti presi per mano ed accompagnati in un’analisi così accurata e completa che in tanti anni di rapporti con svariati assicuratori non ci era mai capitato di fare.

Questo quadro della situazione così chiaro è stato molto importante in una fase della nostra vita in cui dobbiamo difendere e consolidare ciò che di buono abbiamo costruito in tanti anni di attività e di sacrifici.

Con i report che ci sono stati forniti come primo passaggio del lavoro fatto insieme, abbiamo potuto conoscere informazioni che non avevamo mai avuto e che ci hanno aiutato in modo fondamentale a prendere le decisioni successive.

Sono state particolarmente importanti le indicazioni sulle prestazioni INPS in caso di invalidità e premorienza perché abbiamo importanti responsabilità nei confronti dei nostri dipendenti e delle loro famiglie, oltre che nei confronti dei nostri figli.

A proposito di figli, abbiamo approfondito anche il tema della nostra situazione successoria e grazie alla competenza di uno specialista in materia che Stefano ha coinvolto, stiamo prendendo i corretti accorgimenti per non lasciare problemi e conflitti se dovesse accaderci qualcosa.

Consigliamo vivamente di affrontare l’analisi dei propri rischi con il metodo Futuro Senza Sorprese che Stefano applica con grande convinzione. Dopo averlo sperimentato ci siamo chiesti come mai nessuno degli assicurati precedenti ci avesse fornito le stesse informazioni.

Antonio Tamarozzi

Consulente: Stefano Cappellini

Di polizze assicurative ne ho viste tante, ne ho avute e ne ho anche vendute nella mia esperienza maturata durante 14 anni di lavoro in Banca. L’unico criterio che avevo visto usare era sempre stato tristemente legato alla necessità di vendere prodotti, di raggiungere budget e di fare l’interesse dell’azienda per la quale si vendevano questi prodotti che sono tutti in serie e preconfezionati e che, secondo Banche e Assicurazioni, dovrebbero andare bene per qualsiasi tipo di cliente.

E’ anche per questo motivo che mi sono allontanato da quel mondo per cominciare un’attività completamente diversa nel settore della ristorazione. Dal primo momento in cui ho sentito Stefano parlare del metodo di consulenza che utilizza ed ho letto la presentazione che mi ha consegnato, mi è stato molto chiaro che il punto di partenza del nostro lavoro sarebbe stato diverso e che la parte fondamentale consisteva nell’approfondimento delle mie specifiche esigenze.

Ne è nata una soluzione assicurativa completamente personalizzata e cucita perfettamente su di me e idonea a coprire le situazioni che sarebbero più tragiche per la mia situazione economica e per quella della mia compagna.

Sono contento di aver avuto modo di ricredermi e di aver sperimentato un modo di lavorare chiaro, trasparente e utile al cliente al 100% che consiglio e consiglierò assolutamente alle persone che vorranno mettere in sicurezza la propria famiglia e i propri progetti.

 

Alexia Sassanelli

Consulente: Stefano Fraternali

Vi racconto la mia esperienza con il metodo di Stefano “Futuro Senza Sorprese”. Inizio con il dire che ero totalmente all’oscuro del mio futuro e di quello di mio figlio, se non avessi conosciuto Stefano. 

Mi ha dato tante informazioni utili ed importantissime per vivere senza paure e per non rimanere mai senza soldi, soprattutto in questo periodo che sono difficili da guadagnare e da tutelare. Raccontandogli la mia storia e i miei progetti, Stefano ha creato la mia personale Diagnosi dei Rischi e, lo dico con il cuore in mano, se non avessi scoperto tante cose come quelle presenti nella Diagnosi, non so come avrei fatto in futuro se fosse successo un imprevisto a me o specialmente a mio figlio. Perché la cosa che più mi preme è lui, poterlo crescere e garantirgli sicurezza economica anche di fronte agli imprevisti. 

Con Stefano abbiamo iniziato piano piano ad organizzare la sicurezza mia, di mio figlio e della nostra casa. 

Devo dire che ora sono molto più tranquilla.

Consiglio la Diagnosi dei Rischi di Stefano perché ti fa vivere serenamente e investire qualcosina per un “Futuro Senza Sorprese”, la vita ci riserva già da sé delle sorprese a volte inaspettate.

Credo che tutti dovrebbero fare un progetto del genere. Credo inoltre che siano i soldi meglio investiti!

Fabrizio Camatti

Consulente: Stefano Cappellini

Il percorso che ho affrontato per avere la mia Diagnosi dei Rischi non si può raccontare in due parole perché è fatto di dati, documenti, riflessioni che ho fatto in parte insieme a Stefano ed in parte da solo.

Per questo motivo mi risulta più semplice dire a chi questa analisi non è adatta: non si addice a chi è abituato esclusivamente a ragionare in termini di prodotto, più o meno standardizzato, e prezzo. E’ adatta, invece, a chi vuole fare una fotografia a 360 gradi di dove si trova nel percorso della vita e per mettere a fuoco i progetti che ha per il futuro.  

Conoscendo cosa succederebbe al verificarsi di tutti gli imprevisti che la Mappa dei Rischi individua, ti da la possibilità di “metterci del tuo” per difendere il tuo presente ed il tuo futuro. 

Tutti i passaggi del processo “Futuro Senza Sorprese” mi hanno dato una sensazione di grande affidabilità perché la logica che lega gli step che si susseguono è chiara e semplice da comprendere. Grazie alle informazioni ottenute dalla Diagnosi dei Rischi ho capito come potevo tutelare ancora meglio la mia compagna ed i miei due figli.  

Consiglio di prendere appuntamento per richiedere la stessa analisi soprattutto a chi, come me, convive ma non è sposato ed ha la grande responsabilità di garantire ai propri figli piccoli ogni opportunità anche a fronte degli imprevisti che la vita può riservare. 

 

 

Pietro Cappellini

Consulente: Stefano Cappellini

Leggendo la presentazione di Futuro Senza Sorprese, mi è sembrato che i principi che venivano spiegati fossero di estremo buon senso, tanto che ho deciso in modo convinto di richiedere la mia Diagnosi Dei Rischi. 

D’altronde i quarant’anni sono un momento adatto a fare riflessioni un po’ più profonde, soprattutto se hai una figlia di 9 anni verso la quale qualsiasi genitore responsabile sente di avere l’impegno morale di dover garantire ogni opportunità futura, qualunque cosa accada. 

Così è iniziato il mio viaggio che ha percorso tutti i 360 gradi attorno alla mia persona, alla mia famiglia, ai miei beni ed ai miei progetti futuri. Un’analisi condotta da Stefano sulla mia sfera personale sempre con discrezione e con la sensazione divenuta poi certezza che tutto fosse svolto solo e unicamente nel mio totale interesse. 

Qualche giorno dopo aver fornito tutte le informazioni necessarie ed aver delegato Stefano al recupero del mio Estratto Conto Inps e della Visura Catastale degli immobili a me intestati, mi sono visto recapitare la Diagnosi dei Rischi. Leggendola, ho capito cosa dovevo assolutamente fare per mettere al riparo il futuro della mia famiglia. I numeri riportati, infatti, parlano in modo decisamente più chiaro rispetto alle lunghe spiegazioni che i classici assicuratori ripetono come un disco per venderti i loro prodotti preconfezionati. 

Ne è nata una soluzione assicurativa completa realmente cucita addosso alle mie esigenze che comprende, come avevo letto nella presentazione del metodo, “nulla in più di quello che mi era utile e niente in meno di ciò che mi era necessario”. 

Anche l’impressione visiva della mia Piramide della Sicurezza con tutti i semafori verdi sui rischi che prima risultavano essere allarmanti sirene rosso fuoco, mi fa sentire sicuro e soddisfatto dell’investimento che ho fatto che in termini di spesa è stato anche più contenuto di quanto pensassi quando avevo visto quali somme era necessario garantire. 

Consiglio e consiglierò a tutti coloro che, come me, hanno responsabilità nei confronti della propria famiglia di prendersi il tempo necessario e di sedersi con Stefano e non farsi sfuggire l’opportunità di usufruire del lavoro che ha fatto con me. 

 

 

Cesarina Tamburini

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Ho Conosciuto Mariagrazia nel 2003 quando svolgeva la professione di Avvocato e ci ha seguito nella nostra attività imprenditoriale per molti anni.

E’ una persona che stimo molto e ha la mia totale fiducia, pertanto, quando mi ha contattato, per parlarmi della sua nuova attività, ho accettato di ascoltarla sapendo che non mi avrebbe certo fatto perdere tempo.

Mariagrazia conosce molto bene la mia situazione personale e lavorativa ma sono rimasta colpita dal presupposto e dal contenuto della Diagnosi, tanto che mi sono domandata perché tante domande e approfondimenti non mi fossero mai stati chiesti prima da nessun assicuratore.

Quando abbiamo discusso della diagnosi, devo riconoscere che  una certa ansia mi è venuta.

Certo non ero inconsapevole di essere carente di coperture, ma sicuramente nessuno me le aveva poste in relazione ai rischi in modo specifico.

Con Mariagrazia abbiamo valutato ogni aspetto, sino ad arrivare alla soluzione migliore che potesse sistemare, con le opportune coperture assicurative, sia il mio lavoro che la mia famiglia e pianificare al meglio il mio futuro.

Sono così soddisfatta del risultato e consapevole che tutti dovrebbero conoscere ed avere queste informazioni, che non mancherò di consigliare a parenti ed amici di fare un colloquio con lei.

Grazie

Daniela Simoncelli

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Sono una personal trainer e ci siamo conosciute quando sei diventata mia cliente poi con il tempo la cosa è diventata reciproca.

Tu sai che vivo sola e la mia vita attualmente ruota attorno alla mia attività nella quale ho investito e sto investendo ogni mia energia e risorsa economica.

Sai anche, che mi sono preoccupata sempre di assicurare quello che ritenevo indispensabile, ma il rapporto con il mio precedente assicuratore si esauriva per lo più nel ricordarmi le scadenze o in nuove proposte mai contestualizzate.

Ho seguito l’inizio del tuo percorso e quando mi hai proposto la Diagnosi dei Rischi ho accettato più per curiosità che per altro.

Certo non mi aspettavo l’analisi dettagliata e le numerose domande, ma soprattutto ignoravo completamente la mia reale situazione previdenziale e pensionistica. 

Sono rimasta veramente sconcertata dai numeri e ho capito che le criticità che mi hai mostrato possono impattare in maniera devastante sulla mia vita, non solo privata, ma anche lavorativa, e quindi, devono assolutamente essere risolte.

Pur avendo poco più di trent’anni ho realizzato che devo iniziare adesso a mettermi in sicurezza per non avere sorprese in futuro e soprattutto perché partendo subito non brucio chances che tra dieci anni avrei più difficoltà ad avere.

Prima pagavo le polizze assicurative, senza avere chiarezza, andavo alla cieca senza avere mai chiaro cosa assicuravo, e le sentivo più come un obbligo che come un’opportunità.

Non avevo mai avevo pensato al risvolto della medaglia, ossia, la protezione che mi possono garantire e la possibilità di progettare il futuro con chiarezza.

Ti sono infinitamente grata per il tuo lavoro, mi è stato davvero molto utile e certo consiglierò la diagnosi dei rischi a chi davvero vuole essere protetto e seguito in maniera professionale.

Grazie

 

Monica Cecchini

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Conosco Mariagrazia da anni e quando mi ha contattata, per propormi la Diagnosi dei rischi e mi ha spiegato in cosa consisteva ho capito che nell’attuale situazione in cui mi trovavo non potevo stare tranquilla.

Sono divorziata e vivo insieme a mia figlia studentessa di scuola superiore, inoltre ho cambiato la mia attività lavorativa mettendomi in proprio.

Presa dai miei cambiamenti personali e professionali non mi sono mai soffermata veramente a valutare i rischi ai quali sono esposta.

Mariagrazia per la prima volta mi ha offerto una consulenza specifica sulla mia situazione personale, portandomi attraverso la diagnosi a capire le situazioni di rischio che non immaginavo assolutamente.

Così come, ho dovuto fare i conti, dopo tanti anni da lavoratrice dipendente con le risultanze delle pensioni in caso di invalidità o di non autosufficienza.

Sono rimasta amaramente colpita, perché all’improvviso, ho realizzato che se si fossero mai verificati quegli eventi, mi sarei ritrovata con il problema serissimo di far fronte alle difficoltà con delle somme miserrime.

Abbiamo valutato tutto insieme attentamente e stabilito un vero e proprio piano di protezione non solo per la mia famiglia ma anche per l’ attività che sto sviluppando.

Oggi posso dire di avere più chiarezza e di sentirmi più tranquilla sulle scelte da fare.

Mariagrazia con il suo metodo mi ha messo nella condizione di essere consapevole e quindi di poter scegliere, se conosci decidi se non conosci subisci. Posso dire che consiglierei vivamente a chiunque di fare un’analisi di questo tipo.

Grazie

Massimo Antonio Leone

Consulente: Silvano Zaghini

Io e Silvano collaboriamo da diversi anni, io sono l’amministratore delegato di un’importante azienda e lui è il nostro assicuratore. Con il tempo ho imparato ad apprezzare e a stimare Silvano come persona e come professionista.

Qualche tempo fa mi ha proposto la Diagnosi dei Rischi, spiegandomi di cosa si trattasse. Nella mia posizione sono abituato a trattare situazioni di ogni genere ed ovviamente a calcolare e gestire i relativi rischi.

Pertanto, sono rimasto particolarmente incuriosito dalle informazioni che mi venivano fornite su questo metodo di analisi dei rischi ed ho accettato di buon grado.

Già all’inizio, quando Silvano ha cominciato a pormi domande su ogni aspetto della mia vita, da quella privata a quella lavorativa, ho capito che si trattava di qualcosa che nessuno mi aveva mai prospettato prima.

Devo ammettere di avere aspettato la diagnosi con particolare curiosità, non vedevo l’ora di poterla leggere. Quando finalmente è arrivata e ho potuto visionarla, sono rimasto estremamente sorpreso e ho voluto subito un appuntamento con Silvano per poter chiarire meglio ogni punto.

Con Silvano abbiamo discusso ogni passaggio e fatto chiarezza su quelle che erano le scoperture dove necessitava intervenire.

Ho un figlio piccolo e chiaramente la priorità sarà garantire il suo benessere da ogni evenienza che possa toccare me. Ho responsabilità che devono avere le giuste coperture e che non possono rischiare di intaccare la mia sfera privata.

L’analisi  è completa, chiara e tocca ogni aspetto, mi ha fatto comprendere inoltre, che pianificare con adeguate coperture garantisce per il futuro la mia famiglia e il mio lavoro e mi da completa tranquillità e sicurezza.

Posso dire che consiglio a chiunque abbia figli e responsabilità di rivolgersi a Silvano per fare un’analisi dei rischi.

A lui va il mio più sentito ringraziamento.

Avv. Monica Paganelli

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Io e Mariagrazia ci conosciamo da anni siamo state colleghe e amiche, abbiamo condiviso il lavoro e gli aspetti privati e personali.

Ho sempre avuto la massima stima di lei e una grande considerazione.

Non nascondo che quando ha deciso di lasciare l’avvocatura mi sono dispiaciuta molto; lasciavo una collega ma non una amica.

Non ci siamo mai perse di vista e pertanto attraverso i suoi racconti ho seguito tutto il suo nuovo percorso professionale sentendola entusiasta e piena di motivazione.

Ovviamente Mariagrazia conosce alla perfezione la mia situazione di vita: divorziata con un figlio minore, con una professione impegnativa e piena di responsabilità e un genitore anziano da accudire.

Mi ha proposto la Diagnosi dei Rischi al fine di capire al meglio la mia realtà contributiva presso la cassa avvocati e quella previdenziale.

Durante la raccolta di informazioni, mi sono resa conto di come fossero dettagliate le domande e nonostante la reciproca conoscenza di come aprissero approfonditi e nuovi aspetti.

Ad esempio, raccontavo, di come scherzosamente mio figlio adolescente mi chiedesse di provvedere a tutelarlo in caso di mia premorienza o non autosufficienza; allo stesso tempo mi rendevo conto che io per prima da tempo mi ponevo il problema: come posso tutelare mio figlio?? Come posso non lasciargli beghe? Come posso garantirgli al meglio gli studi??

Quando poi mi ha consegnato la diagnosi e l’abbiamo discussa insieme ho trovato tutte le risposte che cercavo. Sicuramente la piramide mi ha reso possibile visualizzare con immediatezza la mia attuale situazione e mi ha fatto capire dove urgeva intervenire.

Sicuramente, non immaginavo quello che sarebbe accaduto a mio figlio nel caso di una mia invalidità o premorienza e quello che ho scoperto mi ha colpito moltissimo.

Tant’è, che abbiamo subito stabilito e pianificato tutte le coperture necessarie a garantire a me ed alla mia famiglia la completa tranquillità e sicurezza.

Questa pianificazione e riduzione dei rischi mi fa sentire più sicura e tranquilla per il futuro e di aver tutelato le persone a me care. Consiglio a chiunque abbia figli e responsabilità di rivolgersi a Mariagrazia per fare un’analisi dei rischi.

A lei va il mio più sentito ringraziamento.

Alessandra Roselli

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Sono una imprenditrice nel mio settore e da sempre sono abituata a prendere le mie decisioni da sola, pur non sottovalutando mai le opinioni dei miei collaboratori.

Prima di conoscere Mariagrazia il mondo assicurativo, era per me piuttosto sconosciuto, ma devo ammettere, di avere avuto sempre una certa diffidenza nei confronti degli assicuratori.

Forse, perché nessuno mi aveva mai parlato in termini chiari di rischi e opportunità, di sicurezza e di consapevolezza per il futuro.

Quando Mariagrazia mi ha proposto la Diagnosi dei Rischi ho accettato volentieri perché da tempo mi parlava del suo nuovo percorso professionale e mi aveva incuriosito molto.

Certo la conoscevo e stimavo già prima come persona e sicuramente questo ha facilitato la mia apertura nei suoi confronti.

Poi ho capito, già dalla raccolta di informazioni, quanto fosse diverso da tutti gli altri il suo modo di lavorare e sicuramente la diagnosi è stata una grande scoperta.

In realtà, ho realizzato, non solo, che non mi ero mai posta il problema ma che non ero minimamente consapevole di quanti e a quali rischi fosse esposta la mia persona, la mia famiglia e soprattutto la mia azienda.

Grazie alla diagnosi ho compreso il percorso che devo seguire per mettere in sicurezza tutto ciò attorno al quale ruota la mia vita e le mie aspettative future.

Prima pagavo le polizze con l’idea di dover sopportare dei costi, senza capire il valore di quello che possono proteggere. Oggi ho le idee chiare, non solo sulle coperture che devo garantire alla mia persona ma anche sul percorso che devo fare dare certezza e sicurezza alla mia attività.

Sono decisamente tranquilla avendo al mio fianco una professionista capace di guidarmi nel suo settore e di accompagnarmi nelle scelte professionali future.

La passione e la competenza di Mariagrazia mi hanno portato a riconoscerle una totale fiducia e se qualcuno mi chiedesse se è possibile fidarsi gli risponderei “certo ad occhi chiusi”.

Grazie.

Francesco Bindi

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Dopo oltre 18 anni di contatto con le più variegate personalità a cui ho offerto, al meglio delle mie possibilità, consigli nell’ambito della sfera finanziaria personale, professionale e aziendale ho finalmente conosciuto, inaspettatamente, MARIAGRAZIA.

Ci siamo trovati subito in sintonia poiché è riuscita a farmi analizzare e valutare i rischi antecedenti alla mera allocazione del surplus monetario (poi finanziario ed assicurativo).

La pianificazione del rischio che MARIAGRAZIA, attraverso la piattaforma “il SALVAGENTE” e “FUTURO SENZA SORPRESE”, IN ASSENZA di CONFLITTI d’INTERESSE esogeni ed endogeni del sistema in cui quotidianamente operiamo e viviamo è stato il PERNO cui attorno ad esso ho e sto costruendo la pianificazione di un futuro affrontabile, gestibile anche nelle peggiori avversità per tutta la mia famiglia.

Un grazie, infine, per essere riuscita a farmi sviluppare un primo automatismo in merito all’analisi del rischio dal punto di vista prospettico, analitico e critico che ogni pianificatore patrimoniale deve, secondo me, avere per proteggere realmente il proprio surplus monetario e delle persone a cui fornisce consulenza.

Consiglio ed auguro a MARIAGRAZIA di farsi sempre più riconoscere, dall’intera comunità e non solo da quella più prettamente interessata, come consulente di una materia sostanzialmente OBBLIGATORIA e SOCIALMENTE INDISPENSABILE.

GRAZIE!

Federico Marcucci

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Sebbene per motivi lavorativi abbia sempre preso in considerazione quali siano i rischi finanziari derivanti dalle più svariate scelte di investimento, ho sempre trascurato, invece, quelli attinenti la mia sfera personale e familiare.

L’analisi svolta per mio conto da Mariagrazia Marcelli, mi ha reso consapevole dei vari fattori di rischio a cui sono esposto, di comprenderne le dinamiche e gli impatti che questi potrebbero avere su me stesso, sulla mia famiglia nonché sulla mia attività professionale.

Tale diagnosi ci ha permesso di individuare, in ultima analisi, le soluzioni assicurative che meglio si adattano alle mie specifiche necessità.

Grazie

Kariuscia Celli

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Incentivata da mio marito, ho deciso di prendere parte ad un processo di diagnosi dei rischi a cui inevitabilmente tutti noi siamo quotidianamente sottoposti.

L’analisi condotta da Mariagrazia Marcelli mi ha particolarmente sensibilizzata al riguardo e da ultimo mi ha permesso di individuare il percorso assicurativo più consono alla mia situazione personale e familiare.

Grazie

Avv. Chiara Ceccolini

Consulente: Silvano Zaghini

Quando Silvano mi ha proposto questo nuovo servizio, ho ritenuto che dovesse essere una cosa seria, in quanto conosco la sua professionalità e la serietà che lo contraddistinguono. 

Non sono rimasta delusa, anzi mi ha sollecitato alcune valutazioni che siamo sempre troppo pigri per fare.

Mi riferisco in particolar modo alle conseguenze che ciascun libero professionista si può trovare a dover affrontare a seguito di gravi infortuni, malattie più o meno lunghe e più o meno invalidanti.

Così come alla nota dolente della situazione pensionistica.

Normalmente, in assicurazione ti propongono polizze per una piuttosto che un’altra eventualità, però in realtà tu non ne senti la necessità in quanto si tratta di una situazione della quale tu non hai la minima coscienza in termini di rischio effettivo, e tendi quindi a tralasciare la questione.

Con il report di Silvano, invece, i numeri sono chiari e ti permettono di focalizzarti su ambiti che in quel preciso momento senti come più importanti, sapendo però che ce ne sono altri sui quali sei già a conoscenza dei rischi.

Un servizio tailor made che ho personalmente molto apprezzato. 

Vittoria Martire

Consulente: Mariagrazia Marcelli

Ciao Mariagrazia, è con estremo piacere che ti invio il feedback dell’esperienza fatta insieme.

Ti ho conosciuto lo scorso novembre in occasione del rinnovo della mia polizza professionale e già da quel nostro primo incontro l’empatia è stata forte. Mi sono aperta sulle mie situazioni personali oltre che professionali e tu hai saputo capirmi ed ascoltarmi.

Ero reduce da pochi mesi dall’acquisto della casa e per motivi famigliari mi sono accollata interamente il mutuo; inoltre dopo pochi mesi ho scoperto di aspettare il mio secondo bambino.

Tuttavia, alla gioia si sono sommate per me e mio marito le preoccupazioni per le nuove responsabilità che si aggiungevano a quelle già esistenti.

Sai che avevo intenzione di stipulare una polizza sanitaria per tutta la mia famiglia, ma ti sei anche resa conto che nonostante avessi all’attivo già diverse coperture assicurative, non avevo minimamente la visione di insieme dell’essere protetta.

Tu mi hai parlato della diagnosi dei rischi e mi hai esposto in modo chiaro il suo scopo, ed io ho accettato di buon grado di fornirti tutte le informazioni necessarie e di passare qualche ora con te ad analizzare le mie situazioni e priorità.

Devo riconoscere, che sin dall’inizio il tuo approccio è stato talmente diverso da quello che mi aspettavo da un assicuratore o da quello a cui ero abituata, da incuriosirmi non poco.

Ma devo riconoscere che lo stupore più grande, l’ho provato quando mi sono ritrovata tra le mani la diagnosi, con tanto di note tue a margine.

Allo stupore e seguita la preoccupazione nel vedere nero su bianco i risultati, anche perché la diagnosi è analitica e basata su dati personali e la piramide che mi hai compilato così visivamente potente da non lasciare spazio all’immaginazione. 

Devo ammettere che non avevo la minima consapevolezza di essere tanto esposta ai rischi, ma ho compreso che sia io che mio marito dovevamo assolutamente metterci al riparo.

Ed in effetti, con il pacchetto di polizze che ci hai proposto, entrambi abbiamo oggi la tranquillità di avere risolto problemi che prima neanche sospettavamo di avere e ci sentiamo più sereni per tutte le situazioni future.

Abbiamo, inoltre una visione diversa di come potranno essere destinati i nostri futuri risparmi ed investimenti. Se dovessi consigliare ad altri questa analisi, lo farei con cognizione di causa sapendo di fargli un grande favore.

Grazie

Giuseppe Zema

Consulente: Silvano Zaghini

Con Silvano ci conosciamo da oltre vent’anni, lui è il mio assicuratore e gestisce le mie polizze personali e lavorative.

Qualche tempo fa, mi ha raccontato della sua nuova esperienza lavorativa e mi ha proposto la Diagnosi dei rischi.

Siccome ho la massima stima e fiducia in lui ho subito accettato. Sono un ingegnere elettronico e ho una mia società condivisa con un unico socio.  Sono sposato e ho un figlio ancora piccolo.

Devo dire che sono sempre stato molto sensibile alle questioni di tutela e sicurezza mia e della mia famiglia.

Tuttavia, quello che Silvano mi ha proposto, da subito mi è parso diverso da tutto ciò che conoscevo.

Ha raccolto moltissime informazioni attraverso domande mirate e mi ha chiesto l’estratto contributivo.

Quando Silvano mi ha presentato la Diagnosi, sono rimasto molto colpito.

Infatti, le informazioni riportate nell’elaborato mi sono state chiare e di semplice comprensione, basate su una reale ed efficace mappatura dei rischi.

Non sapevo che in caso di invalidità e/o premorienza mi sarebbero spettate cifre miserrime e non avrei mai immaginato di poter lasciare mia moglie e mio figlio in difficoltà.

Altrettanto efficace, è stata l’analisi delle conseguenze che un eventuale passaggio successorio avrebbe avuto sulla famiglia e sulla società. Ho capito che non potevo lasciare le cose incomplete se volevo tutelare la mia persona, la mia famiglia e la mia azienda.

Sicuramente coinvolgerò e convincerò anche il mio socio a fare l’analisi dei rischi.

Con Silvano abbiamo studiato un piano per la messa in sicurezza di ogni aspetto esaminato. Oggi sono più consapevole e tranquillo e ho meno ansie per il futuro.

Sono infinitamente grato a Silvano e consiglio vivamente a chiunque abbia famiglia e responsabilità, di affidarsi ad un consulente serio e preparato come lui.

Grazie

Valentina Bertozzi

Consulente: Silvano Zaghini

La conoscenza di Mariagrazia e’ stata illuminante poiche’ mi ha fatto riflettere su tematiche che non avevo mai preso in considerazione.

Essendo madre di un bimbo di 3 anni ed avendone uno in arrivo, tali questioni vanno affrontate per tempo e con una sana tranquillità per assicurare alla mia famiglia un futuro sereno e sicuro.

Sono soddisfatta della mia scelta e consiglio a chiunque di affidarsi a Mariagrazia per un’analisi per essere consapevole delle proprie problematiche e rischi. 

 

Enrico di Antonio

Consulente: Massimo Donadel

Prima dell’elaborazione della mia personale DIAGNOSI DEI RISCHI non ero a conoscenza in maniera corretta e precisa dei rischi che correvo ne tantomeno avevo mai avuto una quantificazione dell’impatto che economicamente parlando gli stessi potevano avere per le mie entrate e per la mia famiglia. 

Sono, tra le altre cose, particolarmente attento e sensibile all’argomento anche perché, nel 2017, ho subito un infortunio di una certa gravità. 

Grazie al lavoro di analisi condotta da Massimo ora sono più sereno e tranquillo sapendo d’aver messo in sicurezza la mia persona e la mia famiglia. 

 

Andrea Mattiello

Consulente: Luca Fabbian

Se devo riassumere in poche parole il percorso di Pianificazione Assicurativa che ho fatto con Luca lo spiegherei con queste 3 parole: 

Consapevolezza, Profondità e Metodo.

Da ex Bancario, mi trovavo a dover collocare polizze ramo danni accorgendomi che alla fine tutto il mio argomentare finiva su logiche di prezzo, ma la cosa che si cerca quando si acquista una polizza è altro.. sicurezza, certezza stabilità.

Ecco che il lavoro di diagnosi e di conoscenza del cliente può essere spiegato così:

Consapevolezza, ho capito realmente come mi sto assicurando ora e soprattutto in cosa non sono assicurato, essere consapevoli dei potenziali rischi e scoperture è già un bel punto di partenza. 

Profondità, ho capito quanto sia importante conoscere in profondità la materia, sia da parte del consulente ma anche da cliente. A volte si è molto leggeri nell’assicurarsi e io stesso percepivo alcuni premi assicurativi come un semplice costo.  Trasferire il rischio significa non poter pensare a qualche sventura in maniera più ” leggera ” 

Metodo, se applichiamo con metodo il percorso eseguito con Luca, capiremo esattamente i rischi che stiamo trasferendo alle polizze e quelli che stiamo sopportando in proprio ( mettendo mano al proprio portafoglio e ai nostri risparmi.. ).  I rischi che non assicuravo erano anche quelli che realmente avrebbero cambiato il corso di una vita ( e quindi non il semplice guasto elettrico per intenderci).

Da questo punto in poi il fatto di assicurarsi o meno su alcuni rischi, a cui quotidianamente siamo sottoposti, sarà solo una mia scelta consapevole. 

Un bel 9 a mio avviso, giusto perchè il 10 è perfezione e pertanto un valore a cui si deve tendere senza avere mai la presunzione di essere arrivati. 

 

Michele Fasan

Consulente: Massimo Donadel

Ho sempre pensato che gli assicuratori in generale facessero gli interessi della propria agenzia e che vendessero prodotti validi solo per i clienti nuovi e non per chi già ne fa parte. Per carità, le informazioni che avevo erano comprensibili, ma c’è sempre qualcosa che sfugge e non tutti sono pronti e cordiali a spiegare le motivazioni.

Non venivo mai ricontattato per rivedere la mia situazione. Dovevo sempre contattare io… e purtroppo non ricordavo tutto delle polizze che avevo sottoscritto. In realtà non conoscevo i miei rischi e non mi era mai stato spiegato come trasferirli.

Anche il problema della sicurezza economica non era mai stato affrontato da nessun Assicuratore.

Paradossalmente facevo la formichina prima dell’inverno per molti aspetti, ma non conoscevo i problemi italiani legati alle mini pensioni, per esempio. Le informazioni che mi ha dato Massimo, invece, sono state esaustive, anche se per me abbastanza complesse. Il suo sistema informativo, però, mi ha aiutato a chiarire, soprattutto nel secondo incontro, quanto spiegato nel primo.

Di fronte alla mappa dei rischi, mi sono accorto di averci pensato prima, ma senza aver mai approfondito.

Finora mi sto trovando bene con Massimo e non mi sento uno sconosciuto che ha bisogno di solo una polizza assicurativa. Parlerei sicuramente di questo sistema di lavoro ad amici, parenti o conoscenti.

Penso che conoscere queste informazioni sia assolutamente importante per tutti.

 

Riccardo Pavan ed Eleonora Coppe

Consulente: Massimo Donadel

Prima di rivolgermi a Massimo, avevo sempre considerato soltanto l’obbligo di dover stipulare alcune assicurazioni. 

Non faticavo a ricordare le polizze che avevo, ma le informazioni che mi venivano date erano troppo limitate. Avevo quasi sempre stipulato polizze online, ma nel tempo ho scoperto la necessità del rapporto umano e di avere maggior garanzie per il mio futuro. 

Non avevo mai fatto delle valutazioni sui miei rischi e non mi erano mai state proposte delle soluzioni per trasferirli.  

I miei progetti erano legati semplicemente al risparmio e non conoscevo i problemi italiani legati alle mini pensioni di invalidità. Non venivo nemmeno ricontattato per rivedere completamente la mia situazione ogni anno. 

Le informazioni che Massimo mi ha dato, invece, sono state molto utili, chiare e dirette, e il suo porre sempre esempi aiuta a capire con più semplicità, argomenti poco conosciuti. 

Quando mi ha mostrato la mia mappa dei rischi per la prima volta, mi è sembrata un’esagerazione, ma obiettivamente è tutto reale e possibile.  

Questa analisi mi è stata d’aiuto per avere soprattutto una proiezione del mio futuro visto sotto diversi “scenari” più o meno remoti ma possibili. Tutti gli step sono stati molto chiari e oggi ho un senso di sicurezza in più. 

Inoltre, Massimo ha un approccio professionale, ma allo stesso tempo amichevole. Ha sempre rispettato i nostri punti di vista senza andare in contrasto o cercare di spingere un prodotto più dell’altro. 

Lo consiglierei sicuramente ad amici, parenti e conoscenti. Credo che ognuno dovrebbe avere questo tipo d’informazioni per poter decidere cosa fare. Non averle vuol dire non decidere e continuare a ignorare. 

Ing. Riccardo Bellosi

Consulente: Luca Fabbian

La Diagnosi dei Rischi che ha redatto Luca Fabbian per me, è uno strumento che ritengo estremamente utile al fine di individuare e quantificare una serie di problematiche che potrebbero verificarsi nel corso della vita.

Nello specifico, la valutazione quantitativa rende consapevoli del grado di rischio che ci si sta assumendo e permette di pianificare le coperture che si ritengono più appropriate.

Uno degli aspetti maggiormente degno di nota è la puntuale personalizzazione dei valori in campo inseriti in un paniere di valutazioni che trascendono la mera stipula di una polizza assicurativa, ma che inglobano tutti gli ambiti di rischio della vita.

Questa competenza di informazioni, per venendo presentata con semplicità, non viene meno al principio della trasparenza, grazie alla quale risulta molto semplice capire i passaggi che hanno prodotto i risultati esposti.

 

Luca Caruso

Consulente: Ilaria Pizzella

Sono venuto a conoscenza della consulenza Futuro Senza Sorprese tramite l’iniziativa rinascita imprenditoriale di Piernicola De Maria. Prima di allora non avevo mai avuto a che fare con altri assicuratori e nessuno di essi aveva tentato di spiegarmi i potenziali rischi legati alla mia sicurezza economica.

La consulenza di Ilaria è stata soddisfacente ed esaustiva.

Il sistema di lavoro che ha adottato è stato chiaro e semplice da comprendere e mi è stato molto utile, soprattutto perché mi ha aiutato a ricostruire la complessa situazione contributiva dei miei genitori.

In particolare, ho apprezzato l’ottima preparazione della mia consulente e la sua umiltà nell’affrontare anche le mie richieste più esigenti. Visualizzare la mia mappa dei rischi mi ha consentito di riprogrammare i miei obiettivi di breve termine, riconoscendo l’importanza di costruire uno scudo di protezione efficace.

Sono informazioni importanti, che dovrebbero avere maggiore diffusione. Da quando so di essere più protetto, mi sento anche più sereno, anche se ovviamente spero di non dover mai utilizzare questi strumenti di protezione.

In generale questa consulenza mi ha reso più consapevole e prudente relativamente alla pianificazione del mio futuro. Semmai ne avrò l’occasione, spiegherò ai miei amici, parenti e conoscenti questo interessante metodo di lavoro, in modo che anche loro possano trarne beneficio.


Marco Burati

Consulente: Luca Fabbian

Ciao Luca, mi fa molto piacere darti un feedback in merito al lavoro di diagnosi dei rischi che hai svolto. Vedi, la considerazione che io avevo degli assicuratori si può dire fosse pessima: esattori che  incassano soldi da clienti, i quali a malavoglia sono “costretti” a darglieli, senza capire esattamente per cosa si coprono e cosa succede in caso di sinistro. 

Non avevo mai affrontato in modo organico, a 360 gradi, il problema della sicurezza economica. Affrontare questo tema con te, ora che “ho messo su famiglia” è stato di grandissima importanza. 

Le informazioni che mi hai fornito con la tua diagnosi dei rischi sono semplici, chiare, concise e… preoccupanti per la mia situazione di tutela pubblica, così scarsa! 

Posso dire che la diagnosi è un ottimo strumento per prendere coscienza della propria situazione reale di esposizione ai rischi economici. Mi ha reso molto più consapevole, e le soluzioni che abbiamo adottato mi aiutano ad affrontare la vita con maggiore serenità. 

E’ per questo motivo, che ritengo che tutti – soprattutto i giovani- dovrebbero avere la propria diagnosi personale dei rischi: è il primo passo per affrontare con più serenità le incertezze economiche della vita. 

Alessandra e Mirco

Consulente: Massimo Donadel

Ciao Massimo, allora ci tenevo a ringraziarti sia da parte mia che di Mirco per il lavoro che hai svolto relativamente alle nostre posizioni assicurative e non. 

E’ stato un momento di riflessione interessante che ci ha fatto conoscere aspetti che ignoravamo come ad esempio le nostre situazioni previdenziali, aspetti di cui forse anche a causa della nostra età pensavamo distanti e quindi non ci toccavano più di tanto. 

Ci hai dato l’opportunità anche di approfondire temi importanti come infortuni malattie, tematiche che in famiglia non si affrontano se non coinvolti direttamente e probabilmente quando poi è troppo tardi per poter intervenire. Oltre alla tua approfondita indagine prima e la tua spiegazione dopo, con tutte le opportunità d’intervento che ci hai illustrato, la cosa che ci è rimasta di più è proprio il dialogo in famiglia che si è aperto sia su queste tematiche ma anche sulla nostra capacità di risparmio e di come gestirlo. Ne faremo senz’altro tesoro.

Grazie

Federico Gentile

Consulente: Massimo Donadel

Mi sono trovato a cambiare il mio vecchio assicuratore, che non lavorava più per sopraggiunti limiti di età. Come tutti i venditori, mi rendo conto che a volte gli assicuratori non tengono debitamente conto delle esigenze del cliente, ma spingono per “fatturare” e a volte sono più dalla parte della compagnia che del cliente.

Mi ricordavo le polizze che avevo sottoscritto in passato, anche perché non ne avevo molte e le informazioni che avevo erano anche chiare.

Ma avevo affrontato il problema della sicurezza economica soltanto a voce, non con la formalizzazione in un sistema e i miei dubbi non erano stati risolti completamente.

Le informazioni che Massimo Donadel mi ha dato sono buone e sono state formalizzate in modo sistematico. Il suo di lavoro è chiaro e semplice da comprendere.

E onestamente mi aspettavo il risultato della mappa dei rischi soltanto in parte.

Penso che conoscere queste informazioni sia importante, soprattutto per chi non ha una formazione economica e non si rende conto della sua situazione generale… e sono sicuramente più sereno da quando so di essere protetto.

L’approccio di Massimo è stato professionale e disponibile e mi sento di consigliarlo molto ad amici parenti e conoscenti.

Pietro Didio

Consulente: Stefano Fraternali

Un altro tassello che riempie il Puzzle. 

Sono veramente felice della scelta che ho fatto, è il mio primo vero investimento sulla sicurezza.  Ed è stato grazie a Stefano che con molta gentilezza e tatto, mi ha fatto capire l’importanza di questo investimento. Lui ha capito subito, che la Famiglia per me, è al primo posto e il resto è un’estensione dell’amore che io provo per essa. 

Adesso ho una sicurezza maggiore, per eventuali eventi, che potrebbero accadere in futuro, ho imparato a calcolare il mio personale rischio e a prendermi la responsabilità anche nella sfera economia-finanziaria. 

Adesso ho la mente più tranquilla, per pensare a come poter aumentare il mio reddito, e a dedicarmi alle mie passioni con maggiore spensieratezza. 

Quel capitale che avevo messo da parte negli anni (che comunque non mi sarebbe bastato), per affrontare le situazioni avverse che potevano accadere, adesso posso iniziare a pensare a come utilizzarlo per raggiungere altri obbiettivi. In questo modo, il grande rischio delle situazioni sfavorevoli (sperando che non capiti mai!) è stato trasferito all’Assicurazione. 

Grazie Stefano, felice di aver conosciuto un professionista, che ha a cuore i suoi clienti. 

Torna su