La diagnosi dei rischi “Futuro Senza Sorprese” è stata progettata per evidenziare tutti i rischi a maggior impatto economico che possono portare una persona o addirittura un’intera famiglia ad affrontare una crisi economica anche irreversibile.

Per individuare questi rischi, abbiamo lavorato secondo il criterio del Risk Management, dividendoli in quattro categorie:

Bassa frequenza e bassa gravità:
Tutti i rischi a bassa frequenza e a bassa gravità li puoi tranquillamente assumere in proprio dato che accadono raramente e se ti accadono, non ti mettono in difficoltà economica.

Alta frequenza e bassa gravità:
Tutti i rischi ad alta frequenza e bassa gravità necessitano di prevenzione per diminuire la frequenza. Investi sulla prevenzione e anche questi rischi li puoi assumere in proprio.

Alta frequenza e alta gravità:
Questi rischi, se possibile, devono essere eliminati.

Bassa frequenza e alta gravità:
Tutti i rischi a bassa frequenza ma ad alta gravità, non possono essere sostenuti individualmente, devono necessariamente essere trasferiti correttamente alla collettività.

La nostra Diagnosi, ha lo scopo di quantificare in modo personalizzato tutti i rischi che rientrano in questa categoria e farti ottenere questo triplice risultato:

  1. Conoscere la tua esatta esposizione su tutti i rischi a grave impatto;
  2.  Confrontare come stai gestendo questi rischi rispetto a ciò che dovresti fare;
  3. Avere una guida chiara per gestirli correttamente nel tempo.

In poche parole, garantirti un “Futuro Senza Sorprese” anche in caso di gravi imprevisti.

Ma quali sono i rischi a grave impatto che possono lasciarti senza soldi?

Li abbiamo mappati tutti:

1) MENO ENTRATE:

Mettere al sicuro l’ossigeno che permette ad ogni famiglia di respirare ogni mese;

2) PERDITA BENI:

Proteggere i beni, accumulati durante l’intera vita. Individuare tutte le possibili responsabilità;

3) PERDITA RISPARMIO:

Poggiare i risparmi su una base solida di protezione, pianificando la liquidità, seguendo questo facile schema:

– Cassa liquidità;

– Cassa per lievi esigenze;

– Cassa per grandi esigenze;

– Investimenti;

4) BLOCCO EREDITA’:

Lasciare quanto di buono si è costruito nell’intera vita alle persone care, senza intoppi, senza liti e senza erosioni di patrimonio.

Come puoi vedere, abbiamo individuato tutti i rischi che ogni persona potrebbe subire durante il lungo ciclo della vita.

Solo grazie ad una attenta Diagnosi possiamo quantificare la tua personale esposizione per ogni rischio riportato nella mappa, potrai riprogettare la tua sicurezza economica. 

CONCRETAMENTE COSA OTTERRAI?

Per qualsiasi lavoratore, grazie alla delega che ci permetterà di recuperare il tuo estratto conto previdenziale, riusciremo a:

  • Calcolare l’importo totale dei contributi versati, dove li hai versati e quanto si sono rivalutati. Spesso sono la maggior parte dei tuoi risparmi che non sai neanche di avere;
  • Calcolare l’esatto importo della tua attuale pensione di invalidità, inabilità ed eventuali superstiti che hai maturato grazie al totale dei contributi versati;
  • Calcolare l’effettivo reddito mancante in caso di grave invalidità o premorienza e l’impatto economico che avrebbe su di te e sulla tua famiglia.

Per qualsiasi proprietario di immobili o terreni, grazie ad una delega:

  • Avremo la lista completa di tutti i tuoi beni personali registrati al catasto per controllare l’esattezza dei dati, individuare le responsabilità da trasferire, calcolare il valore di ricostruzione a nuovo dei fabbricati e decidere quali garantire dai rischi che potrebbero distruggerli.

Per qualsiasi imprenditore:

  • Avere il quadro completo dell’intero patrimonio, definire il peso di ogni singola azienda, controllare tutti i tuoi rischi legali e decidere se effettuare anche la diagnosi dei rischi “Azienda Senza Sorprese”.

Per qualsiasi persona, grazie al nostro questionario che raccoglie tutte le tue informazioni familiari, lavorative, patrimoniali, della vita privata e le fa elaborare dal nostro software Sator, potrai:

  • Individuare tutte le responsabilità personali e lavorative di ogni componente del tuo nucleo famigliare;
  • Valutare la proporzione tra il tuo patrimonio immobiliare e liquido;
  • Se sei un lavoratore, avere una prima stima di quando andrai in pensione e con quanto;
  • Se sei un pensionato, conoscere che impatto economico potrebbe avere il rischio di non autosufficienza;
  • Conoscere in quale modo tutti i tuoi beni finirebbero in successione, quali criticità ci sarebbero e cosa si può fare per evitare blocchi successori.

Riassumendo, darti l’opportunità di mettere insieme tutti questi pezzi, ti permetterà di ottenere con estrema chiarezza: 

  • Quali sono i veri pericoli che potrebbero distruggere la tua sicurezza economica, quella della tua famiglia o addirittura dei tuoi soci e dei tuoi dipendenti;
  • Come stai attualmente gestendo questi rischi;
  • Come riprogettare la tua piramide della sicurezza economica per mettere in sicurezza il tuo presente e il tuo futuro. 

Confrontare ciò che stai già facendo, rispetto a ciò che dovresti fare, ti permetterà di prendere decisioni consapevoli che oltre a garantirti maggiori sicurezze economiche ti permetteranno di ottimizzare la tassazione fiscale e avere più risorse per il futuro. 

Questo sarà il tuo punto di partenza che ti permetterà di aggiornare di anno in anno grazie ad un controllo annuale ciò che stai facendo rispetto a quelle che sono le tue vere esigenze. 

Il Salvagente è una rivista leader nei test di laboratorio. Da 30 anni, infatti, si occupa di scovare le truffe ai danni dei consumatori e recentemente ha collaborato in molti servizi con Striscia La Notizia (vedi le inchieste sui prosecchi, sui cartoni tossici delle pizze ecc.)

Dopo diversi mesi di test il Salvagente ha certificato il nostro metodo di lavoro con la Certificazione ZERO TRUFFE, consegnandoci un prestigioso premio insieme ad aziende importanti come la pasta La Molisana e l’olio Monini.

Un bel traguardo per noi e per i nostri clienti, che ora beneficiano di un Sistema Certificato che li aiuti a diagnosticare i loro rischi.

QUANTO COSTA LA DIAGNOSI DEI RISCHI?

300 € per una persona
500 € per un nucleo famigliare

Con garanzia soddisfatto o rimborsato!

ATTENZIONE: possiamo sviluppare la tua Diagnosi dei rischi anche a distanza.

Come funziona? Il processo si sviluppa in 3 step:

1 La raccolta dei
tuoi dati

Ci servirà un’oretta del tuo tempo per un intervista.
Poi grazie alle deleghe ricaveremo noi gli altri dati necessari (previdenziali e catastali).

2 Sviluppo Diagnosi

Grazie ai dati raccolti, con il nostro Software Sator svilupperemo la tua Diagnosi dei rischi in formato cartaceo che ti arriverà comodamente a casa entro 30 giorni dalla raccolta dati.

3 Discussione
Diagnosi

Una volta che avrai studiato la tua Diagnosi dei rischi ci rivedremo per un’altra oretta ( anche a distanza ) per discutere su tutte le criticità emerse e per chiarirti ogni dubbio.

Al termine di questo processo sarai tu a decidere se....

Pagarci o meno...

Deciderai se il lavoro che abbiamo fatto insieme è stato realmente prezioso oppure no, quindi valuterai in questo momento se pagarci o meno.

e se affidarti a noi...

Deciderai se chiederci anche di darci l’incarico per risolvere i problemi emersi dalla Diagnosi.

 

Pagarci o meno...

Deciderai se il lavoro che abbiamo fatto insieme è stato realmente prezioso oppure no, quindi deciderai in questo momento se pagarci o meno.

e se affidarti a noi...

Deciderai se chiederci anche di darci l’incarico per risolvere i problemi emersi dalla Diagnosi.

 

 

Cosa aspetti? Compila il form in basso per essere contattato
da uno dei nostri consulenti Certificati

La compilazione del form, spontanea e volontaria, comporta l’acquisizione dei dati personali dell’utente. I campi indicati come obbligatori sono necessari per la sola erogazione del servizio previsto: il mancato conferimento dei dati corrispondenti comporta l’impossibilità di usufruire di tale servizio. Inviando i dati personali si dichiara di aver letto ed accettato i termini relativi al trattamento dei dati, contenuti nell’informativa redatta ai sensi dell’art. 13 del GDPR 679/2016.
Torna su